Fisco: Giacomelli, approccio europeo per web tax

Successo Garante su privacy con Google da capacità dialogo

La Google Tax non è un tema di finanza italiana perchè i giganti del web sfruttano semplicemente delle dinamiche permesse dall'attuale assetto fiscale di alcuni Paesi europei, è quindi necessario un approccio comune europeo e soprattutto la capacità di instaurare un dialogo con tutti i soggetti. E' quanto ha ribadito in sintesi il sottosegretario allo Sviluppo Economico Antonello Giacomelli durante la presentazione del libro La libertà fragile. Pubblico e privato al tempo della rete", di Salvatore Sica e Giorgio Giannone Codiglione Secondo Giacomelli uno dei nodi è "l' incapacità di trasformare il livello della produzione del diritto rispetto ai processi che sono in corso" e la strada è quella della interlocuzione e della costruzione del confronto".

Il successo che ha ottenuto il Garante per la privacy italiano nel rapporto con Google non viene dal fatto che esiste un' autorità di garanzia europea con una forza e quant'altro ma da una capacità di interlocuzione che ha prodotto per la prima volta da parte di Google l'accettazione di una verifica dirette dei processi di implementazione secondo gli accordi sottoscritti. Certo sarebbe bello che fosse un' authority o una sorta di coordinamento europeo in grado di fare quel lavoro è stato fatto qui e di farlo per l' Europa e di farlo nel dialogo con gli Stati Uniti e di farlo nei temi della net neutrality dialogando con la FCC e non immaginando che noi diamo nemmeno una risposta europea distinta da quella americana ma ventotto risposte diverse".

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie