Economia

Borsa: Europa rallenta, ma Piazza Affari resta maglia rosa

Milano spinta da Pirelli e Enel

Rallentano le Borse europee insieme ai futures su Wall Street, a seguito di partite correnti e richieste di sussidi Usa peggiori delle stime. Milano (Ftse Mib +1,18%) si conferma in testa. Seguono a distanza Madrid (+0,48%), Londra (+0,15%), Parigi (+0,1%) e Francoforte (-0,3%), negativa insieme ad Atene (-1,46%). Sprint di Pirelli (+3%), su ipotesi di riassetto con Opa, e di Enel (+2,96%) dopo il Piano industriale. Deboli le banche greche Piraeus (-4,7%) e National (-3,8%).

spread Btp chiude in calo a 106 punti base - Lo spread fra il Btp e il Bund chiude in calo a 106 punti base, col tasso sul decennale del Tesoro all'1,24%. Il differenziale delle Grecia archivia la seduta a 1.145 punti base, col tasso sui bond ellenici all'11,64%.


Asia sale con Fed, Tokyo frena - L'annunciata gradualità della Fed nell'agire sui tassi Usa ha spinto i listini di Asia e Pacifico sui massimi degli ultimi 6 mesi, ad eccezione di Tokyo (-0,35%), frenata dal rialzo dello yen sul dollaro. Sprint di Sidney (+1,86%), spinta dagli estrattivo-minerari dopo il rialzo delle quotazioni dei metalli dovuto proprio alla cautela della Fed. Sugli scudi anche Hong Kong (+1,25%), ancora aperta, bene Shanghai (+0,14%) e Seul (+0,47%). Futures positivi in attesa dei sussidi Usa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video Economia



Vai al sito: Who's Who

Modifica consenso Cookie