Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Un film al giorno
  4. Weekend cinema, da Kristen Stewart-Lady D ad Audiard

Weekend cinema, da Kristen Stewart-Lady D ad Audiard

In sala un 'doppio' Depardieu

E' in qualche modo singolare la situazione delle uscite di questa settimana con un rosario di 12 titoli distesi sull'intera settimana. Sono già in sala IO LO SO CHI SIETE di Alessandro Colizzi sulla vera storia di Vincenzo Agostino che, a più di 30 anni dall'uccisione del figlio poliziotto per mano della Mafia cerca ancora le prove su mandanti ed esecutori; LEONARDO: IL CAPOLAVORO PERDUTO di Andreas Koefoed sugli intrecci finanziari che hanno fatto autenticare il "Salvator Mundi" del grande artista nonostante molti dubbi sulla sua origine. Da oggi arriva invece il film italiano su cui molti scommettono, ALTRIMENTI CI ARRABBIAMO, remake calligrafico del grande successo della coppia Bud Spencer/Terence Hill con la regia collettiva firmata YouNuts.
    Nei panni dei due fratelli Carezza e Sorriso, sempre sul filo tra farsa e avventura ci sono adesso Edoardo Pesce e Alessandro Roia mentre il "cattivo" ha l'ironia efficace di Christian De Sica e la bella di turno è Alessandra Mastronardi. Ma sempre oggi escono anche il sognante documentario indiano di Stefano Deffenu ANANDA con la sceneggiatura di Bonifacio Angius e soprattutto il thriller adrenalinico di Michael Bay AMBULANCE con Jake Gyllenhaal, Yahya Abdul-Mateen II. Sono due fratelli divisi dalla vita (uno è un eroe di guerra che deve trovare ad ogni costo i soldi per far operare la moglie, mentre l'altro è un abilissimo criminale) che il destino riunisce per una clamorosa rapina in banca che comincia male. A bordo di un'ambulanza trafugata, in cui agonizza un poliziotto, i due percorrono tutta Los Angeles ad alta velocità. Da domani in sala: - SPENCER di Pablo Larrain con Kristen Stewart, Timothy Spall, Jack Farthing, Sean Harris, Sally Hawkins, Jack Nielen, Freddie Spry, Stella Gonet, Richard Collect, Elizabeth Berrington, Lore Stefanek, Amy Manson, James Harkness, Laura Benson, Wendy Patterson, Thomas Douglas, Olga Hellsing. Un biopic addobbato a festa da scene e costumi di grande eleganza per raccontare un momento cruciale nella vita di Lady Diana. Sono le vacanze di Natale del 1991 che la coppia infelice di Carlo e Diana trascorre nella tenuta reale di Sandringham, a Norfolk. Sono i giorni in cui nella principessa matura la decisione di allontanarsi dal marito, sempre più preso dalla sua relazione con Camilla Parker Bowles, ma sono anche gli ultimi momenti di spensieratezza in seno alla famiglia e vicino ai figli.
    - PARIGI 13 ARR. di Jacques Audiard con Lucie Zhang, Noémie Merlant, Makita Samba, Jehnny Beth, Camille Léon-Fucien, Oceane Cairaty, Anaide Rozam, Pol White, Rong-Ying Yang, Geneviève Doang. Chi volesse avere conferma di tutto il talento di uno dei più grandi registi francesi di oggi sarà felice nel ritrovarsi in questa storia apparentemente ordinaria, girata in un sontuoso bianco & nero e con attori a noi ben poco noti. Audiard pedina le vite di quattro ragazzi sullo sfondo del complesso Les Olympiades nella balie parigina. Qui si intrecciano le storie di Emilie che incontra Camille, che è attratto da Nora, che incrocia il cammino di Amber. Tre ragazze e un ragazzo che sono in qualche modo ambasciatori di quel sentimento che chiamiamo amore e che oggi viene definito "liquido". Il film, da non perdere, è un vero saggio sulla modernità.
    - MISTERO A SAINT TROPEZ di Nicolas Benamou con Benoît Poelvoorde, Christian Clavier, Gérard Depardieu, Rossy de Palma, Virginie Hocq, Thierry Lhermitte, Nicolas Briançon, Vincent Desagnat, Jérôme Commandeur. Un riccone parigino in vacanza sulla Costa Azzurra nell'estate del 1970 sta organizzando la tradizionale festa estiva nella sua villa quando un insolito incidente di macchina (forse un sabotaggio) lo fa sentire in pericolo, fino al punto di chiedere il soccorso della polizia. I migliori investigatori sono però in vacanza a loro volta e gli tocca quindi il saccente Jean Boullin, a un passo dalla pensione. - IL PEGGIOR LAVORO DELLA MIA VITA di Tomas Gilou con Kev Adams, Gérard Depardieu, Daniel Prévost, Mylène Demongeot, Jean-Luc Bideau, Firmine Richard, Marthe Villalonga, Antoine Duléry, Manda Touré, Oussama Kheddam. E' ancora un adolescente il povero Milann Rousseau a cui sono state assegnate 300 ore di servizio sociale per evitare la prigione. Per sua fortuna la destinazione sembra tranquilla: una casa di riposo dove il ragazzo viene letteralmente adottato da sette arzilli pensionati. Quando però si accorge che nessuno viene mai a trovare i vecchietti e che c'è puzza di imbroglio, Milann decide di far ribellare i suoi assistiti e ne capeggia una rocambolesca fuga dall'ospizio. A ritmo di commedia si affrontano temi scomodi garantendo però il lieto fine e qui a giganteggiare c'è sempre Depardieu.
    Escono anche: la commedia generazionale di Chiara Bellosi CALCINCULO sulla presa di coscienza che il mondo non è costellato solo di sfortune da parte della 15enne Benedetta, grazie all'incontro con l'ineffabile Andrea Carpenzano; la love story della bravissima Leyla Bouzid UNA STORIA D'AMORE E DI DESIDERIO in cui due adolescenti (il francese Ahmed e la tunisina Farah) si scoprono innamorati nel segno della comune passione per la letteratura araba e gli studi alla Sorbona; il documentario L'ALTRO BUIO IN SALA con cui Ciro Formisano rievoca il fascino antico di 14 sale cinematografiche storiche della penisola, ormai a un passo dalla chiusura, grazie ai ricordi di attori e registi famosi: da Carlo Verdone a Claudio Bisio.
    (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie