Cinema a casa, fra Bahrani e il Nordic Noir

Tornano anche Nico 1988 e Notturno di Rosi

  Il programma settimanale delle maggiori piattaforme di streaming è inaugurato dalla programmazione pensata per la Giornata della Memoria. Tra le molte opzioni possibili si segnala quella proposta da RaiPlay che attinge a una ricca documentazione sia sul piano dei film che su quello della ricerca storica e documentaria. Alcune novità importanti si segnalano invece, specie per il weekend, sia in streaming che in home video: - LA TIGRE BIANCA di Ramin Bahrani con Adarsh Gourav, Rajkummar Rao e l'ex Miss Mondo Priyanka Chopra, dal romanzo autobiografico di Aravind Adiga. Prima mondiale su Netflix del nuovo lavoro del regista americano (ma di origine iraniana) da anni beniamino delle varie sezioni della Mostra di Venezia. Il protagonista si racconta con l'espediente di una lettera indirizzata al premier cinese con cui spera di incontrarsi per avere un aiuto. Figlio di poverissimi genitori e cresciuto in un villaggio della provincia indiana, l'uomo si è fatto da solo scalando uno ad uno i gradini delle caste sociali, facendosi assumere come autista da una coppia di ricchi indiani dai costumi occidentalizzati. In realtà ha scoperto che la coppia è legata per parentela con l'affarista che ha taglieggiato e ridotto in miseria i suoi antichi compaesani. Nonostante il desiderio di affermarsi in modo onesto, il narratore scopre a sue spese che la barriera invisibile tra ricchezza e povertà può essere superata solo con la rabbia e l'arrivismo. Splendido ritratto di una società indiana in piena trasformazione che vive gli stessi incubi del mondo globale, il film è una bella sorpresa nel panorama delle produzioni Netflix.
    - NORDIC NOIR, rassegna di titoli a tema proposta da Amazon Prime: un'autentica raffica di bestseller (quasi tutti con radice letteraria) che è disponibile per tutti gli appassionati di quello che è l'autentico fenomeno nel mondo del noir degli anni 2000. Si comincia ovviamente con i tre titoli della saga "Millennium" scritta da Stig Larsson , sia gli "originali" girati in Svezia con Noomi Rapace e Michael Nykvist, sia il remake americano firmato da David Fincher e ispirato a "Uomini che odiano le donne". Ma nella library di Amazon fanno bella mostra di sé anche i film dei "Casi della sezione Q" con quattro film dai romanzi del danese Jussi Adler-Olsen; la commedia noir norvegese "In ordine di sparizione", il classico "L'ipnotista" dello svedese Lasse Hallstrom. Infine l'opera prima di Gustav Moller "The Guilty", autentica rivelazione al Sundance Film Festival.
    - NICO 1988 di Susanna Nichiarelli con Trine Dyrholm, John Gordon Sinclair, Anamaria Marinca. Premiato a Venezia nel 2017, esaltato in tutto il mondo come originale esempio di fusione tra reinvenzione creativa e ricerca documentaria, il film segue gli ultimi anni della vita artistica della cantante Nico, già musa di Andy Warhol e poi solista dei Velvet Underground. Nel corso del suo ultimo tour Nico cerca una nuova ragione di vita nel riannodare i legami con un problematico figlio avuto da Alain Delon. Su #iorestoinsala.
    - NOTTURNO di Gianfranco Rosi. Candidato dall'Italia all'Oscar e appena selezionato tra i finalisti dei David di Donatello, arriva in home video il nuovo film del regista di "Fuocoammare". E' la cronaca in prima persona del viaggio attraverso i territori di guerra del Medio Oriente, luoghi in cui l'Occidente lascia esplodere conflitti e tensioni etniche o religiose arricchendosi con la gestione del mercato delle armi.
    La guerra vera non viene mai documentata dalla cinepresa di Rosi, ma evocata attraverso la solitudine, la paura, il rimorso dei suoi protagonisti (come i membri dell'Isis dietro le sbarre) e soprattutto delle sue vittime. Il "miracolo" di Rosi sta nel fare grande cinema con la semplice verità dei volti e dei luoghi. Disponibile in blu-ray.
    - IL DELITTO MATTARELLA di Aurelio Grimaldi con Antonio Alveario, Claudio Castrogiovanni, Nicasio Catanese, David Coco, Vincenzo Crivello, Francesco Di Leva. Uscito in sala proprio alla vigilia del lockdown e poi scomparso dall'orizzonte degli appassionati, questo film-inchiesta nel segno di Francesco Rosi si segnala per l'appassionata volontà di fare cinema senza forzare l'evidenza storica e per l'impegno con cui si ricostruisce il retroscena del delitto "di mafia" con cui la Sicilia (e la politica nazionale) si sbarazzarono di Piersanti Mattarella, leader democristiano e presidente della Regione. Le recenti inchieste giornalistiche e la riapertura di un procedimento legale hanno dato ragione ai documenti trovati da Grimaldi, svelando retroscena politici che implicano gruppi neofascisti e fazioni politiche contrarie al progetto di Mattarella di allearsi con il Pci per un governo siciliano sul modello di quello voluto da Aldo Moro ed Enrico Berlinguer su scala nazionale. Entrambi finirono uccisi... Disponibile in blu-ray. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie