Cattolica: esposto a Consob, CasaCattolica inquina assemblea

Affermazioni prive di fondamento, accertare chi sono i promotori

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - Cattolica Assicurazioni risponde con un contro-esposto in Consob alla richiesta con cui 'Casa Cattolica', rete di associazioni contrarie all'accordo con Generali, chiedeva l'intervento dell'authority di Borsa per vigilare sulla regolarità del voto dell'assemblea del prossimo 31 luglio, quando la compagnia veronese dovrà votare la trasformazione in spa.
    Nel suo esposto a Consob, si legge in una nota di Cattolica, la compagnia veronese accusa i soci dissenzienti di "una serie di affermazioni e illazioni prive di ogni fondamento e soprattutto tendenti ad inquinare il corretto svolgimento delle operazioni assembleari e altresì i risultati della stessa assemblea del 31 luglio". "Per l'ennesima volta - si legge nell'esposto che Cattolica pubblica integralmente - segnaliamo l'anomalia di questa situazione, la necessità di responsabilizzare i promotori di CasaCattolica o, perlomeno, di accertarne l'identità al fine di garantire la massima linearità e trasparenza delle operazioni di voto in corso".
    Cattolica "si riserva un proprio comunicato circa la disinformazione posta in essere a danno della Società e di tutti gli azionisti Cattolica" e ricorda che "secondo le leggi vigenti legate all'emergenza Covid, è la società Computershare il Rappresentante designato per tutti i soci azionisti e non vi è alcuno scrutinio, se non la raccolta dei voti e la relativa comunicazione in sede assembleare". "Il Gruppo - conclude la nota - ribadisce inoltre di aver sempre rispettato tutte le indicazioni provenienti dalle Autority". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie