Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Stranger Things: record in streaming per Netflix

Stranger Things: record in streaming per Netflix

Volume Due, ritorno a Hawkins e al Sottospra

(di Alessandra Baldini) (ANSA) - NEW YORK, 02 LUG - Dopo aver mandato brevemente in tilt Netflix al momento del debutto di "Volume Due", il finale della quarta stagione, "Stranger Things" ha sfondato i ratings Nielsen: la serie dei fratelli Duffer ha ammassato 7,2 miliardi di minuti di visioni per la settimana fino 5 giugno, secondo le previsioni riportate da "Hollywood Reporter", un record dall'avvento quasi due anni fa dei rating settimanali per lo streaming.
    I dati Nielsen riguardano solo gli Stati Uniti e solo i minuti davanti a uno schermo tv, non su computer tablet o cellulare. La quarta stagione ha debuttato il 23 maggio: e' diventata la serie di Netflix in inglese piu' popolare di sempre con 781 milioni di ore di visione nel corso delle prime tre settimane dopo l'uscita delle prime sette puntate.
    Quattro ore di televisione, di cui due ore e mezzo nell'ultima puntata: piu' lungo di "Apocalypse Now", "Volume Due" rappresenta una sfida alla resistenza davanti allo schermo della Generazione TikTok, ma a giudicare dai primi dati di pubblico, ne valeva la pena.
    "Volume due" si apre con Undici che scopre di non essere il mostro. La ragazzina capisce fino in fondo la sua relazione con il sadico dottor Brenner (Matthew Modine) e con Henry e sceglie di affrontare il loro piano omicida di evasione dal Sottosopra.
    Esplora la storia di Max (Sadie Sink) e come l'incontro con Vecna abbia cambiato la ragazzina. Mike, protagonista di un commovente "outing", continua a far da spalla all'amico Will e a Undici quando nel finale i tre personaggi si ritrovano. "Volume Due" usa il tempo di Hopper (David Harbour), Joyce (Winona Ryder), and Murray (Brett Gelman) in Siberia (in realta' le scene sono state girate in Lituania) per alludere a cose che potrebbero succedere nella quinta stagione. Come per Hopper, la possbilita' di morire in battaglia fa esprimere una riflessiva sensibilita' a Dustin (Gaten Matarazzo), Eddie (Joseph Quinn), Nancy (Natalia Dyer) e Steve (Joe Keery) che accompagna la loro uscita dall'Apocalisse. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA

      Ultima ora


      Vai a RAI News

      Modifica consenso Cookie