Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Tv
  4. Il 2021 in tv, l'anno dello sport e delle piattaforme

Il 2021 in tv, l'anno dello sport e delle piattaforme

Studio Frasi, sulle smart tv le 'altre' battono Rai1 e Canale 5

 L'anno dello sport e dei trionfi italiani, della conferma di Sanremo come l'evento di intrattenimento per eccellenza, dell'affermazione definitiva delle piattaforme che - complice la pandemia - nell'intera giornata arrivano a superare, considerando i soli ascolti da smart tv ( e dunque con dato sottostimato), Rai1 e Canale 5. E' il bilancio del 2021 in tv stilato dallo Studio Frasi sulla base dei dati Auditel.
Nell'anno della vittoria degli azzurri agli Europei, il calcio è tornato a toccare vette che non si vedevano da tempo.
Tutte le sette partite della Nazionale - sottolinea lo Studio Frasi - sono state seguite da oltre 10 milioni di spettatori; la più vista è stata la finale Italia-Inghilterra, terminata dopo i calci di rigore davanti a 18,2 milioni di appassionati sintonizzati su Rai1 e 2,4 milioni su Sky Sport. Una finale che ha incollato al piccolo schermo anche le donne: 8,3 milioni sulla prima rete Rai pari al 71%, mentre la quota d'ascolto maschile è stata del 75%.
La differenza di fuso orario ha penalizzato le Olimpiadi: al top dell'Auditel la fascia del primo pomeriggio, tra le 12 e le 15, con 2,9 milioni di spettatori e il 23,5% di share. È il doppio oro italiano il momento più visto in diretta tv: è il primo agosto, Gianmarco Tamberi nel salto in alto e Marcell Jacobs nei 100 metri trionfano davanti a quasi 7 milioni di spettatori, ben il 46% di share.
Ai vertici della classifica si conferma Sanremo: la più vista è la serata finale del 6 marzo, con una media di 10,7 milioni di spettatori. Bene anche Sanremo start: in occasione della finale i 41 minuti del programma sono stati seguiti da 11 milioni. Tra il Tg1 e Sanremo Start c'era Prima Festival, che il giorno della finale ha prodotto 8,1 milioni di spettatori. Premiati anche i break pubblicitari: l'ascolto medio dei 21 minuti complessivi di spot andati in onda nelle 4 ore, tra le 21:33 e le 25:35 del 6 marzo, è stato di oltre 10 milioni di individui (10.022.094).
Nel consuntivo 2021 non può mancare la fiction: alla consolidata supremazia del Commissario Montalbano con i 9 milioni del Metodo Catalanotti si sono affiancati nel 2021 Le indagini di Lolita Lo Bosco (7,5 milioni per l'episodio La circonferenza delle arance), Leonardo, (7,4 milioni) e Makari (6,7 milioni); oltre i 6 milioni anche Mina Settembre, Che Dio ci aiuti 6 e Il Commissario Ricciardi, tutte su Rai1. Il programma di prima serata più visto di Canale 5 è la finale di Amici, con 6,7 milioni di spettatori.
Con la pandemia ancora in corso resta sugli scudi anche l'informazione: nel 2021 il Tg1 delle 20 è stato seguito in media da 5,1 milioni di persone (24,3%) e il Tg5 da 4 milioni (4.019.526 - 18,8%).
Scende la platea complessiva, con un -7% in prima serata rispetto al 2020: mancano all'appello davanti alla tv 1,8 milioni di persone. Se la Rai in prime time perde il 3,5% dei propri spettatori, Mediaset cala del 10,4%, Sky del 10,8% e La7 del 13,9%. La rete più vista si conferma Rai1 con 1,7 milioni (share 17,2%) nell'intera giornata e 4,6 milioni (19,8%) in prima serata; segue Canale 5 con, rispettivamente, 1,5 milioni (15,4%) e 3,3 milioni (14,1%). Entrambe le ammiraglie calano rispetto al 2020, ma Rai1 (grazie alla riduzione complessiva del pubblico) cresce in share, di un punto in prime time e di 0,7 punti nel giorno medio; Canale 5 guadagna nel giorno medio (+0,4 punti), mentre scende in prima serata (-0,6 punti).
A guadagnare ascolto in prime time è l'insieme di reti, le cosiddette 'altre terrestri', che non sono rilevate singolarmente da Auditel: la fetta più interessante à rappresentata dagli over the top (OTT), come Prime Video, Netflix, Disney+. Un insieme che raggiunge l'8% di share sia nel giorno medio che in prima serata, conquistando il terzo posto dietro soltanto alle due ammiraglie. Il boom - segnala lo Studio Frasi - si registra in particolare grazie alle smart tv: le 'altre' raggiungono il 16% di share nelle 24 ore, superando Rai1 (13,6%) e Canale 5 (12,4%). In prima serata Rai1 mantiene il primato con il 16,8% di share, ma Canale 5, al 12,8% viene superata dalle 'altre' (14,2%). Una tendenza che non potrà che consolidarsi, anche grazie allo switch off delle vecchie frequenze e alla corsa all'acquisto dei nuovi televisori connessi a Internet.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie