Cultura

Devenport, mia Sissi moderna e ribelle

Serie andrà su Canale 5. Protagonista, guardiamo all'oggi

(ANSA) - ROMA, 12 OTT - Un'interprete carismatica come Romy Schneider per la trilogia romantica diventata cult degli anni '50, ma anche vari altri ritratti, dai cartoni animati alla versione tv del 2010 interpretata da Cristiana Capotondi. La baronessa Elisabetta, detta Sissi (o meglio Sisi) di Baviera (nata nel 1837 e uccisa nel 1898 dall'anarchico Luigi Licheni) diventata come moglie dell'imperatore d'Austria Franz Joseph, oltre che imperatrice, regina d'Ungheria, di Boemia e di Croazia è stata una donna indipendente e complessa che univa grande forza e profonda fragilità, accresciuta da lutti e tragedie famigliari. Ora torna protagonista in una versione che evidenzia la modernità del personaggio, in Sissi, serie evento in sei episodi (è appena stata annunciata anche una seconda stagione), che vede nel ruolo principale l'attrice svizzero-americana Dominique Devenport, classe 1996, affiancata dal tedesco Jannik Schumann nel ruolo dell'Imperatore Franz.
    Diretta da Sven Bohse e prodotta dalla tv tedesca RTL con Beta Film è stata presentata in anteprima mondiale a Cannesseries e sarà trasmessa prossimamente su Canale 5 in esclusiva assoluta.
    L'elemento per il quale "mi sono più riconosciuta di Sissi è il suo essere una ribelle. Quando cercano di impormi qualcosa tendo a fare il contrario, come penso tendesse a fare anche lei" spiega sorridendo, nell'incontro con la stampa in streaming, Dominique Devenport. Il rischio del paragone con Romy Schneider, all'inizio non si è posto: "Naturalmente sapevo dei suoi film su Sissi ma non li avevo visti prima di avere il ruolo, solo dopo - spiega -. Noi però ci distacchiamo da quell'approccio, perché quelli sono classici e li amiamo così. Noi volevamo dare a questa icona storica uno sguardo moderno che avesse un legame più diretto con le persone nella società di oggi. Sono sguardi diversi che possono benissimo convivere l'uno accanto all'altro". Fin dall'inizio "era chiaro - spiega all'ANSA Sven Bohse - era chiaro che questo non sarebbe stato una remake ma una serie spettacolare con personaggi coinvolgenti dei quali noi mostriamo luci ed ombre". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie