Cultura

Giornalismo: Premiolinp raddoppia e omaggia Natalia Aspesi

Consegnati premi edizione 2020 e 2021

(ANSA) - MILANO , 13 SET - Il Premiolino raddoppia. In una serata alla Triennale di Milano - alla quale ha partecipato anche il sindaco Giuseppe Sala - presentata da Neri Marcorè sono stati consegnati infatti i riconoscimenti ai vincitori non solo di quest'anno ma anche del 2020, quando la cerimonia era stata cancellata causa Covid. "Questa è una grandissima giornata di ripartenza" ha sottolineato la presidente della giuria Chiara Berla di Argentine ricordando che "giornali e informazione non si sono mai fermati in questi due anni". Questo doppio appuntamento è stata anche l'occasione per celebrare i sessant'anni del riconoscimento nato nel 1960 dall'idea di alcuni grandi inviati fra cui Orio Vergani, Indro Montanelli e Enzo Biagi e dal sostegno degli industriali Bassetti per premiare chi si è distinto per impegno professionale e contributo nella difesa dell'indipendenza delle opinioni e della libertà di stampa da qualsiasi condizionamento.
    In passato è stata premiata anche Natalia Aspesi, presente stasera che ha ricevuto un bouquet consegnato da Marcorè. Oltre a Chiara Beria di Argentine fanno parte della giuria Piero Colaprico (vicepresidente), Giulio Anselmi, Ferruccio de Bortoli, Milena Gabanelli, Massimo Gramellini, Enrico Gramigna, Enrico Mentana, Donata Righetti, Valeria Sacchi, Beppe Severgnini, Gian Antonio Stella, Carlo Verdelli e Roberto Olivi per BMW Italia, che al 2019 è partner del Premiolino. "Per aver raccontato coraggiosamente e tra molte difficoltà con inchieste svolte sul posto il traffico dei migranti dalla Libia con i suoi retroscena e connivenze" ha ricevuto quest'anno il premio la giornalista freelance Nancy Porsia. Gli altri cinque premiati della 61ma edizione sono Barbara Palombelli, conduttrice di Stasera Italia su Rete 4 che ha mostrato "come gestire l'informazione nei mesi delicati e complessi della pandemia con toni pacati, competenza e distacco di chi ben conosce le regole del gioco"; Giovanni Tizian, caposervizio cronache e inchieste di Domani, di cui è anche coordinatore del sito, perché "interpreta le migliori qualità di una promettente nuova generazione di giornalisti. Brunella Giovara inviata de La Repubblica "puntigliosa nella ricerca della realtà, con l'imperativo di 'veder con i propri occhi'" e Bianca Arrighini e Livia Viganò, fondatrici della media company Factanza "un modello di informazione rapida e di qualità rivolto agli under 25 sul loro canale di riferimento: Instagram. Per il 2021 è invece andato a Claudio Arrigoni il 'Premiolino BMW SpecialMente'. A lui, giornalista sportivo, il riconoscimento è andato per essere diventato "Paralimpiade dopo Paralimpiade (7 estive e 5 invernali) un punto di riferimento per il mondo della disabilità. Per il 2020 il Premiolino Bmw è invece andato a Massimo Bottura, mentre gli altri riconoscimenti sono andati a Guy Chiappaventi e Flavia Filippi (La7), Paolo Condo' (Sky), Michele Masneri (Il Foglio), Simona Ravizza (Corriere della Sera), Nello Scavo (Avvenire) e Will Media. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Vai a RAI News

        Modifica consenso Cookie