A maggio ciak per la seconda stagione per Romulus

"Sarà la Sky Original italiana più ecosostenibile di sempre"

Continua il viaggio fra storia e leggenda alle origini del mito della nascita di Roma: Sky annuncia la seconda stagione di Romulus, firmato da Matteo Rovere. Le riprese dei nuovi episodi della serie prodotta da Sky, Cattleya - parte di ITV Studios - e Groenlandia in collaborazione con ITV Studios inizieranno a maggio e si svolgeranno a Roma e dintorni.
    L'ambizione è fare della seconda stagione di Romulus "la più sostenibile delle produzioni italiane targate Sky Original", parte del piano di Sky di diventare Net Zero Carbon entro il 2030. In partnership con Albert e con Zen2030, il nuovo set di Romulus ambisce alla certificazione ufficiale Albert di produzione sostenibile, puntando a un impatto quanto più ridotto possibile sull'ambiente in tutte le fasi della produzione, riducendo le emissioni sia dirette che indirette di gas serra.
    Con una media di più di 1500 settimane di produzione, oggi solo in Italia l'industria cinematografica genera migliaia di tonnellate di anidride carbonica.
    La sfida rappresentata dalla produzione della seconda stagione di Romulus, annunciata alla vigilia dell'Earth Day 2021, è un primo, significativo passo in questa direzione, verso l'obiettivo di diventare Net Zero Carbon.
    Come la prima stagione della serie, già venduta da ITV Studios in più di 40 territori, gli otto nuovi episodi saranno interamente girati in protolatino e ancora diretti da Matteo Rovere, Michele Alhaique e Enrico Maria Artale. Alla sceneggiatura tornano Filippo Gravino (Veloce come il vento, Alaska, Fiore, Il primo re) e Guido Iuculano (Una vita tranquilla, Tutto può succedere, Questione di cuore, Alaska), affiancati dalle new-entry nella writers' room Flaminia Gressi (Bella da morire, Noi) e Federico Gnesini (Lo spietato, Rosy Abate: La Serie). (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie