Carlucci, torno per divertire con Il cantante mascherato

Coletta, in prime time importante evasione per curare solitudini

Nove spettacolari maschere: il Lupo, la Tigre azzurra, la Giraffa, la Pecorella, il Pappagallo, la Farfalla, il Gatto, il Baby alieno e l'Orsetto. "Sotto di esse si celano altrettanti personaggi famosissimi la cui reale identità è completamente nascosta dagli sfarzosi costumi che indossano. In tutta la produzione sono pochissime le persone che abbiano conoscenza del nome della persona che si cela sotto la maschera". "Il programma parte come un gioco per bambini: un facciamo finta che io sia". Milly Carlucci annuncia così il ritorno su Rai1 del "Cantante Mascherato", il talent game show in onda dal 29 gennaio, prodotto in collaborazione con Endemol Shine Italy.

Tra novità e conferme Carlucci condurrà, per cinque venerdì in prima serata, il programma rivelazione della scorsa stagione tv. Al suo fianco, in questa seconda edizione, cinque giurati d'eccezione: Patty Pravo, Flavio Insinna, Francesco Facchinetti e due new entry, Costantino Della Gherardesca e Caterina Balivo che torna in tv dopo un periodo volontario di pausa. I giurati, inoltre, avranno il compito di dover capire, per primi, chi si nasconde sotto le maschere, provando a riconoscere la voce del personaggio famoso durante ogni esibizione. Quest'anno il cast si arricchirà di un pool investigativo composto da 30 detective, presenti in platea. "Un pool che farà- aggiunge Carlucci - da vox populi, e non venendo dal mondo dello spettacolo può avere intuizioni diverse. Simone di Pasquale e Sara di Vaira dirigeranno il gruppo di investigatori".

Anche in questa seconda edizione le coreografie de Il Cantante Mascherato saranno affidate a Raimondo Todaro. Tratto da un format sudcoreano, ha raggiunto il successo negli Usa, in Germania, Francia, Australia, Messico, Olanda, Inghilterra, Spagna e Italia. In questa edizione, in onda all'Auditorium Rai del Foro Italico, saranno in gara Piume variopinte, lustrini colorati, preziosi abiti ed elementi scenici sorprendenti, rendono ognuna di queste maschere originale e straordinaria. Stefano Coletta ha fatto notare nel corso della presentazione con Milly Carlucci e in giurati tutti in collegamento video: " Il Cantante Mascherato mi ha tenuto a battesimo come direttore di Rai1. Milly Carlucci è un capoprogetto completo. Nella prima serata, la pietra miliare del servizio pubblico ci consegna un dovere: l'intrattenimento deve continuare ad esserci, lo dimostrano i dati, mettendo, ovviamente, al sicuro la salute dei lavoratori. Potevamo fare un canale all news, ma era necessario uno spazio per l'evasione, per riempire anche le solitudini". Caterina Balivo è "contenta di tornare su Rai 1 e di farlo con con Carlucci. Nella giuria, siamo tutti amici. Se ho detto di sì a Milly e al direttore Coletta è perché ho voglia di divertirmi e di divertire. E' stato un anno pesante per tutti, anche per me. E' raro che un programma unisca la famiglia in questo modo".

A chi chiede alla conduttrice - a parte come giurata di questo show - se la si vedrà di nuovo su Rai 1 la sera, replica: "Con Coletta c'è sempre un dialogo, costruire un nuovo percorso insieme è possibile. Il mio cammino in Rai cominciato nel '99 spero possa proseguire". Poi smentisce una partecipazione a Sanremo. Insinna: "Non vedo l'ora di fare il giurato. Per un po', sospendiamo il tempo, l'anno scorso, eravamo ancora liberi, usavamo il concetto della maschera in un altro modo. Torno con il piacere di questo ricordo. La maschera, paradossalmente, regala una sensazione di libertà. Saranno ore di libertà e di gioco". Facchinetti: Questo programma mi ha fatto risentire la sensazione che ho avvertito agli inizi degli anni 2000, quando la tv creava dibattito. Questo programma, invece, ha fatto di nuovo chiacchierare la gente al bar. La cosa più bella di questo programma è godere delle maschere e giocare, anche in questo momento di difficoltà. Ogni anno penso che dietro a una maschera ci sia mio padre! Poi, gli altri nomi sono Tatangelo, Pavone, o se dentro il pappagallo ci fosse Morgan sarei gasatissimo, Baby K, Nek, Rovazzi e poi Ramazzotti!" Infine Costantino della Gherardesca: "Nelle maschere di Ballando mi sentivo libero e felice, così come presumo si sentiranno tutti i concorrenti. Tengo la mente aperta. Chissà che dietro al Baby alieno non ci sia Diaco". A chi domanda di Elisa Isoardi, Carlucci risponde: "Ho imparato a conoscere e stimare Elisa a Ballando, lei è una presenza magica sul palcoscenico. In realtà non c'è mai stata l'ipotesi giuria per lei. In futuro però vorrei scrivere un programma su misura per lei".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie