Cultura

A Cartoons il "delitto naturale" del divenire donna

Un corto horror della regista Valentina Bertuzzi

 In un'edizione di Cartoons on The Bay dedicata all'universo femminile non poteva mancare il racconto di un momento così importante come quello del passaggio dall'infanzia all'adolescenza. E non si poteva non scegliere un linguaggio più che originale rispetto all'argomento trattato, come quello dell'horror. Il festival dell'animazione crossmediale e della tv dei ragazzi - promosso dalla Rai e organizzato da Rai Com, in collaborazione con Rai Ragazzi e Rai Radio, quest'anno in versione digital su RaiPlay fino a domenica - sceglie di raccontarlo infatti con il corto horror Delitto Naturale che la regista Valentina Bertuzzi ha creato con l'aiuto della sorella scrittrice e giallista Francesca. Interpretato da Alida Baldari Calabria che sarà anche nel Pinocchio di Garrone, Rosa Pianeta, Olivia Magnani e Cecilia Scifoni, "Delitto Naturale" racconta di una tranquilla mattinata di terrore a scuola di Aida, una bambina alla ricerca della sua migliore amica, Lola, misteriosamente scomparsa tra i corridoi dopo aver lasciato dietro di sé misteriose tracce di sangue.
"Sono molto orgogliosa di essere a Cartoons on The Bay - racconta all'ANSA la Bertuzzi - dopo la candidatura del mio corto sia ai Globi d'oro che ai Nastri d'Argento e dopo la partecipazione a più di un festival italiano e straniero (dal festival di Roma con Alice nella città fino a Hollywood con Filming Italy Los Angeles). E non abbiamo intenzione di fermarci visto che la nostra prossima tappa sarà la Colombia che di horror ne sa parecchio".
Ma da dove viene l'idea di parlare di un argomento per anni ritenuto argomento tabù e motivo di vergogna e invece oggi riscoperto e rivendicato (anche con la sacrosanta campagna per ridurre l'Iva sugli assorbenti!) come le prime mestruazioni usando il linguaggio horror? "Qualche anno fa sono rimasta incinta - spiega la Bertuzzi - e adesso ho una bambina meravigliosa. Mentre ero in gravidanza però, mi rendevo conto di avere dei timori, delle paure molto naturali legate al cambiamento fisico e mentale e mi sono resa conto che erano le stesse paure che ho provato quando sono diventata "grande". Un po' la paura dell'irreversibile che noi donne sperimentiamo in maniera tangibile in più di una fase della nostra esistenza, un punto di ritorno. E il personaggio di Lola è un po' un alter ego e rappresenta l'infanzia che scompare e porta un cambiamento radicale. E' una sorta di delitto anche se naturale...".
In Delitto Naturale non ci sono uomini e ci sono donne di tutte le età dalle bambine protagoniste alle bullette adolescenti della scuola, dalla maestra che è una giovane donna all'enigmatica bidella che è più matura. "Con mia sorella - dice - ci siamo molto interrogate se inserire personaggi maschili e poi ci è venuto anche lì in maniera naturale raccontare questa storia solo con volti femminili. La maestra - interpretata da Olivia Magnani - detiene l'arcano di questo segreto perché lo conosce e ne porta dentro una sorta di malinconia, la bidella - Rosa Pianeta, grandissima attrice di teatro che ha lavorato molto nella tv e e nel cinema, anche con Fellini - invece è un personaggio più sognante che mette da parte questi oggetti "perduti" ritrovati nella scuola. Ogni personaggio è rapportato tematicamente alla perdita dell'infanzia".
Nel prossimo futuro di Valentina e Francesca Bertuzzi ci sono un horror supernatural in collaborazione con Baires Produzioni sempre con due giovani protagoniste che si chiama L'occhio del Coniglio, una serie televisiva per la Rainbow e un altro film horror psicologico Stella Nera che è andato anche a Venezia.
"Sono diversi anni che stiamo lavorando - spiega la Bertuzzi - ma questo è un momento buono perché anche il genere horror si sta aprendo alle donne , c'è molta attenzione e molti movimenti, E nell'horror le paure che sono rimaste autocensurate per anni si cominciano ad affrontare e a condividere per esorcizzarle. E Cartoons quest'anno è fantastico che ha dato tanto spazio alle donne e al loro genio". (ANSA).

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie