Di Bella, io negli Usa da francescano della notizia

"Racconterà le presidenziali. E con Annunziata 'Mezz'ora in più'"

"E' un ritorno a casa, in un momento fondamentale per gli Stati Uniti, con le presidenziali alle porte. Non andrò come capo sede, ma come un francescano della notizia, un corrispondente sul campo con la voglia di raccontare i fatti". Antonio Di Bella sbarca negli Usa a New York con il doppio ruolo di corrispondente e in collegamento di conduttore con Lucia Annunziata di un supplemento di 'Mezz'ora in più', che al voto americano dedichera' da fine settembre un supplemento di Mezz'ora in piu' focalizzato sulla pagina Estera in onda la domenica. Il direttore uscente di Rai News 24, dopo il 'si' del cda di viale Mazzini alla nomina di Andrea Vianello (ieri il passaggio di consegne fra i due "e' stato molto commovente - dice e anche una coincidenza fu Andrea a sostituirmi alla direzione di Rai3 quando sono andato a fare il corrispondente a Parigi").

Di Bella non vuole definire questa un'intervista ma una semplice e breve chiacchierata con l'ANSA. Il direttore uscente di Rai News 24 era già stato corrispondente della Rai negli Stati Uniti all'inizio degli anni '90 per poi tornarvi nel 2010, per un anno. La sua mission sarà quella di seguire le presidenziali americane. Da fine settembre, però, Di Bella sarà anche alla conduzione con Lucia Annunziata di un supplemento pomeridiano di 'Mezz'ora in più','' sarà negli States come corrispondente proprio di Rai News e del Tg3. "Con Lucia ci lega un'antica amicizia da 30 anni, non solo di lavoro, sono felice di questa collaborazione. Ogni domenica sarò in collegamento con lei per parlare non solo di questioni legate all'America ma approfondiremo anche temi rilevanti sullo scacchiere internazionale, poi vedremo a secondo dell'attualità e dell'evolversi delle varie situazioni".

Antonio Di Bella, 40 anni di professione ha percorso tutti i sentieri del giornalismo Rai, da cronista nella redazione locale di Milano di cui è stato anche responsabile, a corrispondente dagli USA, da direttore del TG3,è stato ideato il programma di approfondimento Linea Notte. Dal 2009 al 2010 e dal 2011 al 2012 è stato direttore di RAI3 e la sua linea editoriale ha puntato molto a dare maggiore spazio all'informazione. Nel periodo di interruzione del suo mandato è stato corrispondente per il TG1 da New York e dal 2012 è stato corrispondente RAI a Parigi (in questa veste segue l'attentato alla sede di Charlie Hebdo e gli attentati del 13 novembre 2015, avvenuti entrambi nella capitale francese). Dal 2016 a ieri quando è avvenuto il passaggio di consegne è stato direttore di Rai News. "Comunque - osserva- in questa storia ci sono per un puro caso del destino tre attori che si sono incrociati più volte, Io e Lucia che abbiamo lavorato insieme in più riprese, e io e Andrea, lui e sottolinea che ne sono onorato, mi ha succeduto per due volta alla direzione di una rete".

Ma Di Bella dicono che è stato lei a voler abbandonare la di Rai News, e chi invece osserva che è un peccato perdere un giornalista del suo calibro in un ruolo strategico, è contento di essere un cane sciolto e non più un direttore: "Vorrei sgomberare una volta per tutte il campo da polemiche o altro: io non abbandono niente, sono sempre stato in Rai, torno a fare il cronista di strada in un momento cruciale per l'America, non ho puntato i piedi, sono ripeto un francescano dell'informazione".

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie