Da Nureyev a Zeffirelli, la grande musica in tv

Saltate stagioni per Covid su Rai5 viaggio tra teatri e festival

Chi ha avuto la fortuna di ammirarlo dal vivo ancora lo ricorda. Rudolf Nureyev l'inarrivabile, l'étoile che ha cambiato per sempre il balletto, con Carla Fracci, la più amata del teatro italiano, in un caposaldo come la Giselle. Era il 1980, al Teatro dell'Opera di Roma. Un evento fino a oggi riservato a pochi appassionati collezionisti di dvd, che torna "in scena" eccezionalmente su Rai5 (canale 23). Con le stagioni chiuse prima del tempo dal lockdown e le rassegne ridotte (se non cancellate) dalle misure sanitarie troppo stringenti, i grandi teatri e i festival italiani di lirica e balletto riaprono infatti tutti sulla rete Rai più dedicata a cultura e spettacolo. Da La Fenice di Venezia al San Carlo di Napoli, passando per il Regio di Torino o il Massimo di Palermo: da giugno a dicembre, Rai Cultura in collaborazione con l'Anfols-Associazione Nazionale Fondazioni Lirico Sinfoniche lancia un lungo viaggio musicale portando in onda una scelta di spettacoli tra perle rare scovate negli archivi Rai o dei teatri stessi e produzioni invece recentissime, spesso inedite sul piccolo schermo. Appuntamento, dal lunedì al venerdì alle 10 del mattino e il mercoledì anche in prima serata alle 21.15. Primo protagonista, fino al 12 giugno, il Teatro dell'Opera di Roma. "Il lockdown - racconta all'ANSA la responsabile dell'offerta di musica colta di Rai5, Francesca Nesler - ci ha 'imposto' di riempire molti spazi rimasti vuoti. Con la musica e produzioni così importanti si riempie sempre bene. Abbiamo pressocché quadruplicato l'offerta, passando dalle 220-300 ore l'anno a 1.100". Un incremento che riguarda anche la striscia pomeridiana di musica sinfonica e da camera come i documentari musicali, ma che ha la sua punta di diamante in questa specialissima stagione dedicata ai teatri di musica. "Un ciclo di spettacoli - spiega il Presidente dell'ANFOLS Francesco Giambrone - che rappresenta una preziosa occasione di promozione del sistema Paese" e che "rimette al centro della programmazione Rai quel prezioso e inestimabile patrimonio del grande melodramma di cui le Fondazioni lirico-sinfoniche sono depositarie" "Con i filmati - dice ancora la Nesler - andiamo indietro nel tempo fino agli anni '70, ma abbiamo trovato qualcosa anche del '65. È un'occasione straordinaria per mandare in prima serata anche materiali in formati magari non di oggi, come il 4/3, ma di un valore inestimabile. Tutti restaurati per l'occasione". La prossima settimana, l'Opera di Roma parte subito con Nureyev, protagonista del "Marco Spada o la figlia del bandito", nella storica edizione del 1981 con la coreografia di Pierre Lacotte, e poi nella memorabile "Giselle" con la Fracci su coreografia di Coralli-Perrot. Ma c'è anche il recentissimo Evgenij Onegin di Cajkovskij con la regia di Robert Carsen e la direzione di James Conlon, ultima produzione del Teatro prima del lockdown, per la prima volta in tv. Settimana dopo settimana, il cartellone prosegue con il Maggio Musicale Fiorentino, il San Carlo di Napoli e il Regio di Torino. Mentre l'estate è tutta dai repertori delle grandi arene, da Verona allo Sferisterio di Macerata, per arrivare a Parma in coincidenza con il Festival Verdi e toccando fino a fine anno tutte le Fondazioni lirico sinfoniche e qualche teatro di tradizione come il Municipale di Piacenza per La Gioconda con Francesco Meli. "Tra le sorprese d'archivio - prosegue la Nesler - un'edizione del Trittico di Puccini (ovvero Tabarro, Suor Angelica, Gianni Schicci) del Maggio musicale dell'83 affidato a tre registi cinematografici come Mario Monicelli, Ermanno Olmi e Franco Piavoli. Erano sempre andati in onda slegati, uno a settimana. Dopo quasi 40 anni li rivedremo insieme. All'Arena di Verona, immancabile l'omaggio a Franco Zeffirelli, scomparso un anno fa. Ma anche uno storico Renato Bruson dell'81". E la ricerca ancora non è finita. Per i curiosi, a completare il racconto, il ritorno in onda anche di "Prima della prima" (il giovedì in prima serata), per scoprire dietro le quinte come tanti titoli sono stati realizzati. (ANSA).(

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie