Alessandro Bergonzoni per la riapertura del Teatro Duse

A Bologna, dal'11 maggio con 'Trascendi e sali'

(ANSA) - BOLOGNA, 29 APR - A quattordici mesi dal primo lockdown, il Teatro Duse di Bologna riapre le porte al pubblico ospitando l'attore e scrittore Alessandro Bergonzoni con 'Trascendi e sali', diretto da Riccardo Rodolfi e dallo stesso Bergonzoni, che firma anche le scenografie.
    Lo spettacolo, già accolto da ripetuti sold out ad ottobre 2018, torna in scena dall'11 al 14 e dal 18 al 21 maggio, alle ore 19.15, per 500 spettatori pari al 50% della capienza della sala. Le prevendite per queste prime 8 date in calendario sono già aperte, ma il progetto è pensato per andare in scena ad oltranza, ovvero fino a quando il pubblico sentirà la necessità di partecipare, al fianco della compagnia e del teatro, a questa ripartenza culturale e sociale.
    "Riapriamo il Teatro Duse dopo un anno doloroso che ha lasciato profonde cicatrici nella nostra società - ha detto il presidente del cda del Teatro, Walter Mramor, alla presentazione dell'iniziativa - La pandemia ha segnato le nostre vite, è entrata nelle nostre case, nelle nostre abitudini, nei nostri affetti. Siamo felici di ritrovare il nostro pubblico e siamo pronti a rinsaldare i legami di una comunità che si riconosce negli stessi valori. Sentiamo vicini gli artisti, il pubblico e tutte le professionalità che animano il Duse. Ci tengo a ringraziare in particolare Alessandro Bergonzoni per la sua disponibilità e la sensibilità nei confronti del nostro teatro".
    Lo spettacolo va in scena grazie alla precisa scelta della compagnia Bergonzoni di ridurre i propri compensi in ciascun comparto. Non solo, al fine di favorire il più possibile la partecipazione del pubblico, sarà offerto a tutti un biglietto a prezzo politico di 17 euro per la platea e la prima galleria, e di 13,5 euro per la seconda galleria. Info: www.teatroduse.it.
    (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie