Al via la Biennale Teatro con la consegna dei Leoni

E' di Mariangela Gualtieri la 'Voce che apre' il 47/o Festival

(ANSA) - ROMA, 13 SET - Chiusa ieri la Mostra del Cinema, la Biennale di Venezia inaugura il 14 settembre il 48. Festival Internazionale del Teatro (14-24 settembre), diretto da Antonio Latella. Ed è alla parola poetica di Mariangela Gualtieri, alla sua scrittura che celebra la natura e invita la comunità del pubblico all'ascolto, che è affidata l'inaugurazione, al Teatro Goldoni (ore 16.00).
    "Voce che apre" - con testi quasi integralmente inediti - è uno dei preziosi riti sonori di Mariangela Gualtieri, "costretto a mutar di segno nel tempo sospeso della pandemia", come dichiara la poetessa, che tutti hanno imparato a conoscere per i versi di nove marzo duemilaventi. Il verso della Gualtieri è immerso nell'atmosfera visiva del regista Cesare Ronconi, compagno di strada nel Teatro Valdoca, che ha marcato il rinnovamento della scena italiana negli anni '80.
    il 14 settembre è anche la giornata dei Leoni del Teatro, che vede premiati - alle 12.00 nell'Arena dei Giardini - Franco Visioli, musicista e sound designer, con il Leone d'oro alla carriera, e Alessio Maria Romano, pedagogo, regista e coreografo, con il Leone d'argento. "I Leoni dati in questi anni - afferma Latella - sono stati fondamentali per rafforzare le tematiche scelte nella programmazione. Così, anche nel 2020, si premiano artisti che danno e fanno tantissimo per il teatro, ma che spesso restano in seconda linea".
    Entrambi i premiati presentano alla Biennale due opere in prima assoluta, ugualmente ispirate dal tema della censura scelto per il Festival: al Teatro alle Tese (ore 18.30) andrà in scena Bye Bye di Alessio Maria Romano e alle Tese dei Soppalchi (ore 21.30) Ultima latet, che vede Franco Visioli cimentarsi per la prima volta nella regia. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie