Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Salone del libro
  4. Salone Libro: edizione super, file e boom vendite

Salone Libro: edizione super, file e boom vendite

Bilancio superiore alle attese, tantissimi i giovani

 E' il Salone del Libro dei record.
    Alle porte del Lingotto le file sono lunghissime, tutto il giorno. Il bilancio per gli editori - grandi e piccoli - è ottimo, meglio delle più rosee aspettative. Le vendite sono superiori a quelle del 2019, ultima edizione in presenza, per alcuni un vero boom. C'è folla negli stand e agli incontri con gli autori, code ai 'firmacopie'. Molte case editrici segnalano un'età media del pubblico più bassa del solito, con tanti giovani che non si limitano a fare un giro, ma fanno incetta di titoli. Sbancano libri come 'Spillover' di David Quammen, il profeta del Covid, che giovedì si è collegato con il Salone, ma è solo un esempio.
    "Una cosa del genere non era immaginabile. Una fiumana di gente, tanto affetto. Saranno più o meno i visitatori del 2019, ma avevo previsto la metà. Non dimentichiamo che ci sono 20.000 studenti in meno. Numeri stupefacenti" sottolinea il direttore Nicola Lagioia che domani farà il bilancio del Salone.
    Mondadori segnala per tutte le case editrici del gruppo un incremento medio delle vendite oltre il 30% sul 2019, per Laterza, che al Salone festeggia i 120 anni, "sono superiori al 2018, anno d'oro". La Sellerio registra una crescita del 30% sull'ultimo Salone, Giulio Perrone Editore stima un aumento del 60%, per E/O che ha tra i punti di forza i libri di Valerie Perrin l'incremento è del 50%. In crescita anche la Adelphi con la Contessa di Benedetta Craveri e Yoga di Emmanuel Carrere.
    "Sta andando meglio delle aspettative, ieri è stata una giornata bella. All'incontro con Alberto Angela c'erano più di mille persone. Le vendite sono agli stessi livelli di due anni fa, un ottimo risultato. Tra i titoli più venduti quelli di Alberto Angela, di Sabina Guzzanti, di Antonella Lattanzi, ma anche novità come Il segreto dello speziale di Sarah Penner e Thoni di Giuseppe Ferrario, finalista dello Strega ragazzi. Il bilancio è positivo sia dal punto di vista qualitativo sia tra gli addetti al lavori. C'è un grande entusiasmo per la ripresa e tanto calore del pubblico, tantissimi bambini, davvero un .bellissimo rientro" dice Laura Donnini, amministratrice delegata della Harpercollins Italia. "E' un Salone molto bello, abbiamo visto molti giovani. Le vendite sono in crescita del 30%, trainate da titoli come Bolle di Sapone di Malvaldi e Mastro Geppetto di Fabio Stassi", spiega Antonio Sellerio. "Un'edizione straordinaria, abbiamo ritrovato una Torino vogliosa e volenterosa, c'è tanta voglia di libri. Le nostre vendite superano del 60% quelle del 2019 e del 2018 con Aixa De La Cruz, candidata al Premio Strega Europa e i libri della nuova collana Mosche d'oro diretta da Nadia Terranova", afferma Antonio Sunseri (Giulio Perrone Editore).
    Soddisfatti anche i 'piccoli'. "Un'edizione senza precedenti per la grande voglia di tornare al Salone. Le vendite vanno molto bene per tutti, decisamente di più del passato. Non ce l'aspettavamo, abbiamo finito titoli e rifornito velocemente. Mi aspettavo un buon successo ma non di questo portata" sottolinea Gianmario Pilo, direttore della casa editrice indipendente torinese Add. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie