Cultura

Muti direttore della Chicago Symphony Orchestra fino al 2023

Il Maestro, dopo lungo stop per il Covid, estende il contratto

(ANSA) - ROMA, 24 SET - Dopo i tanti mesi di stop a causa della pandemia, ha ricominciato dirigendo le prove della Sinfonia n. 3 di Beethoven, "Eroica" e dedicandolo ai tutti i musicisti separati a causa del virus. Riccardo Muti ha rinnovato il contratto con la Chicago Symphony Orchestra Association per la stagione 2022-23.
    Il Maestro è diventato il decimo direttore musicale della Chicago Symphony Orchestra nel 2010. Il suo incarico avrebbe dovuto concludersi alla fine della stagione 2021-22 ma, alla luce dei tanti mesi di spettacoli annullati a causa del Covid, ha acconsentito a rimanere fino al 2023. Durante questo periodo guiderà l'Orchestra in 10 settimane di abbonamento e speciali concerti e attività comunitarie a Chicago, oltre a quattro settimane di concerti internazionali e attività itineranti nazionali. Tra gli eventi più importanti in programma la prima mondiale di un'opera commissionata dalla Chicago Symphony Orchestra a Jessie Montgomery e a giugno 2023 la Missa Solemnis di Beethoven con il Chicago Symphony Chorus e un elenco di illustri solisti internazionali, nonché a gennaio 2023 un tour a Taiwan, Cina e Giappone.
    "Dopo un periodo così difficile senza l'opportunità di connettersi alla gioia della musica dal vivo, siamo grati che il Maestro Muti abbia accettato il nostro invito a restare con noi per fare musica che ci esalti il ;;morale e ci ispiri", ha detto entusiasta Helen Zell, presidente del consiglio di amministrazione dell'Orchestra. Muti ha detto di essere molto felice di contribuire con i suoi musicisti a fare della musica "un faro di speranza in tutto il mondo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie