La sfilata va subito all'asta per beneficenza

Liberatore: "Mercato saturo, preferisco dare un di più di gioia'

(ANSA) - MILANO, 25 SET - "Mettere qualcosa di extra nei negozi era fuori luogo, non credo davvero che ne abbiano bisogno in questo momento, mentre io ho sentito il bisogno creativo di dare un mio piccolo contributo a un progetto serio": Francesca Liberatore spiega così, con grande semplicità, la sua sfilata speciale, in una casa d'aste milanese, con la collezione andata subito all'incanto, in loco e online, in sostegno al progetto Sanità a Mvimwa della Onlus Golfini Rossi.
    Tutto ciò che è stato creato in questi mesi di lockdown è andato all'asta - anche per 2000 euro a capo - subito dopo la sfilata, una trentina di capi in tutto, senza colonna sonora ad accompagnare le uscite, ma con solo una campana a dettare il tempo e sottolineare la drammaticità del momento storico che stiamo vivendo. In passerella e all'asta solo capi unici: abiti lunghi di pizzo, completi di velluto, camicie a fantasie e longuette, gonne di seta con stampate le opere d'arte della stilista romana, appese alle pareti e andate anch'esse all'incanto per un totale di 11mila euro. E poi leggings e costumi interi stampati, l'unica parte della collezione che sarà commercializzata e distribuita nei negozi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie