Libri
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Libri
  4. Narrativa
  5. New York celebra Sciascia nel centenario della nascita

New York celebra Sciascia nel centenario della nascita

Zappia, "il suo messaggio e il suo esempio piu' attuali che mai"

NEW YORK - New York celebra Leonardo Sciascia nel centenario della nascita con una settimana di eventi culminata ieri e oggi in convegno all'Istituto Italiano di Cultura dedicato al successo dello scrittore in Nord America e alla sua influenza sugli intellettuali americani.
    "Gli scritti di Sciascia sono profondamente radicati in Sicilia, la regione in cui è nato e la fonte primaria di ispirazione per molte delle sue opere. Eppure Sciascia è stato uno degli scrittori italiani del XX secolo con il più vasto pubblico internazionale e intergenerazionale", ha detto l'ambasciatrice d'Italia a Washington, Mariangela Zappia, ricordando il background e l'ispirazione regionale di Sciascia e contemporaneamente il suo successo presso un pubblico ben oltre i confini dell'Italia. "Il messaggio e l'esempio di Sciascia sono oggi più attuali che mai", ha aggiunto Zappia: "Il suo radicato impegno civile e sociale, la sua apertura mentale e il tenace senso del dovere sono qualità che dovrebbero ispirare tutti di questi tempi".
    Il sottosegretario agli Esteri Benedetto Della Vedova e la senatrice Emma Bonino, presidente del Comitato nazionale per la celebrazione del centenario sciasciano, hanno partecipato in videoconferenza all'evento ospitato dal direttore dell'Istituto Fabio Finotti nell'ambito della settimana ideata e promossa dal Comitato con l'Istituto di Cultura, l'Associazione degli Amici di Leonardo Sciascia e la rivista internazionale di studi su Sciascia "Todomodo". .
    Diretto e moderato dall'italiansta Valerio Cappozzo, il Colloquio si è articolato in sette sessioni, alcune tavole rotonde, una videointervista inedita di Rita Cirio con Sciascia e Federico Fellini, e altri videoclip e discussioni sulla relazione peculiare e appassionata dello scrittore, che in Nord America non mise mai piede forse anche per la paura dell'aereo, con la letteratura americana. Tra gli studiosi presenti, oltre a Cappozzo, Francesca Maria Corrao, la traduttrice di Elena Ferrante, Ann Goldstein, Amara Lakhous, James Marcus, Gaetana Marrone-Puglia, Domenico Scarpa e Valter Vecellio. Presente anche lo scrittore scozzese Joseph Farrell, autore della monografia più completa e aggiornata in inglese sullo scrittore italiano, "Leonardo Sciascia: The Man and the Writer" pubblicata dalla casa editrice italiana Leo S. Olschki con l'introduzione del regista Giuseppe Tornatore e presentata qualche giorno fa alla libreria Rizzoli.
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        Modifica consenso Cookie