Il Salone del Libro torna in presenza ma ad ottobre

Dal 14 al 18 al Lingotto Fiere. A maggio Portici di carta

Il Salone del Libro torna in presenza, ma in autunno: se il Covid lo permetterà si terrà dal 14 a 18 ottobre al Lingotto Fiere, poco prima della Buchmesse di Francoforte, in agenda dal 20 al 24 ottobre. La XXXII edizione avrà come tema "Vita Supernova" e, nel settecentesimo anniversario dantesco, richiamerà grandi nomi della scena culturale per ragionare insieme sul futuro che ci aspetta. La città di Torino tornerà ad accogliere editori, autori, scuole e la comunità di lettori che in questo anno difficile non hanno mai smesso di incontrarsi, anche se virtualmente, intorno alla lettura.

"Gli editori hanno svolto e continuano a svolgere da questo punto di vista un ruolo fondamentale. Il Salone del Libro è al loro fianco come sempre. Insieme daremo vita all'edizione della ripartenza, per incontrare i lettori dal vivo, in presenza, dopo tutto questo tempo" commenta Nicola Lagioia, direttore editoriale del Salone Internazionale del Libro di Torino. Il viaggio del Salone verso Vita Supernova vedrà una ricca offerta di incontri e attività per i ragazzi, per le scuole, ma anche una nuova edizione di Portici di Carta dal 21 al 23 maggio, in contemporanea con il festival Libri Come - Festa del libro e della lettura di Roma e con Lungomare di Libri a Bari. Le città di Torino, Roma e Bari costruiranno un ponte ideale che attraversa il paese grazie alla lettura, diventando tre centri di un vero e proprio festival diffuso. "La ripresa delle attività culturali è uno dei segnali migliori del ripristino di una nuova normalità. Una ripartenza a cui guardare con fiducia", sottolinea il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio. "Avere delle date per tornare a pensare al Salone Internazionale del Libro e a Portici di Carta come li conosciamo è uno dei segnali di rinascita più forti che si possano immaginare", afferma la sindaca di Torino Chiara Appendino.

Sul fronte digitale continuerà ad arricchirsi l'offerta di contenuti, approfondimenti, materiali sulla piattaforma SalTo+. Tra le novità il ciclo dedicato ad Albert Camus. Le scuole saranno invitate a leggere La peste di Camus per discuterne in classe e vivere un'esperienza di lettura condivisa sul tempo incerto che stiamo vivendo, caratterizzato dall'epidemia. Il libro sarà il primo volume della collana 'La Biblioteca del Salone' e verrà distribuito gratuitamente a 6.000 studenti. Anche il Salone del Libro partecipa al Dantedì, la giornata dedicata al settecentenario dell'inizio del viaggio ultraterreno di Dante nell'aldilà. Mercoledì 25 marzo, alle 11:30, il Salone organizza una diretta dal suo canale Instagram, aperta alle scuole e a tutto il pubblico del Salone. Una maratona di lettura realizzata da studenti di tutta Italia, in collaborazione con le scuole dell'Atlante Digitale del Novecento, per sentire dalla voce dei ragazzi le terzine della Commedia.

Tornerà per la diciannovesima edizione Adotta uno scrittore, l'iniziativa del Salone Internazionale del Libro di Torino che porta gli scrittori in aula e avvicina studenti e studentesse alla lettura. Tutte le attività del Salone rivolte alle scuole saranno presentate ai docenti il 2 marzo alle 17.30 su SalTo.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie