Libri

'Dante - l'esilio di un Poeta', docufilm a 700 anni dalla morte

Riprese in primavera-estate. Prodotto da Società Dante Alighieri

 I luoghi dell'esilio dantesco saranno raccontati in un documentario on the road di Fabrizio Bancale prodotto dalla Società Dante Alighieri in occasione dei 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. E' 'Dante - l'esilio di un Poeta' di cui inizieranno le riprese tra la primavera e l'estate 2021.
    Scritto dallo stesso Bancale, il docufilm vede la direzione scientifica di Lamberto Lambertini e la consulenza storica di Alberto Casadei, Gino Ruozzi e Marco Veglia. "Visiteremo quei luoghi che hanno ispirato gran parte della Divina Commedia, racconteremo aneddoti, proveremo a risolvere alcuni punti oscuri sulla vita e il mondo di Dante, quello di 700 anni fa" spiega Bancale di questo viaggio per immagini, accompagnato da illustri professori e dantisti, ma anche da semplici appassionati, curiosi e persone che vivono in quei luoghi dove un tempo Dante ha soggiornato. Tra interviste, documenti, ricostruzioni storiche e finzione, 'Dante - l'esilio di un Poeta', in un percorso attraverso diverse regioni d'Italia, sarà l'occasione per approfondire la conoscenza del nostro Bel Paese: cultura e tradizioni di ieri come di oggi, attraverso i secoli. Storia, letteratura e un pizzico d'ironia per scoprire un Dante diverso, meno accademico, un po' più umano e soprattutto contemporaneo.
    Durante il viaggio, incontri imprevisti e inattesi: personaggi strani, grotteschi, a volte comici, a volte drammatici, come maschere teatrali. Un clochard, un artista di strada, una turista con la passione per il disegno. Saranno loro a restituirci momenti della poesia dantesca, a intonare terzine, a raccontare attraverso la punta di una matita atmosfere e personaggi della Divina Commedia. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie