Libri

Premio Opera Prima 'Severino Cesari', la terna finalista

Fruner, Perale e Verna. Il vincitore il 9 ottobre a Perugia

Sara Fruner con 'L'istante largo' (Bollati Boringhieri), Gianmarco Perale con 'Le cose di Benni' (Rizzoli) e Nicoletta Verna con 'Il valore affettivo' (Einaudi): ecco la terna finalista della quarta edizione del Premio Nazionale Opera Prima "Severino Cesari".
    La premiazione si svolgerà sabato 9 ottobre alle 18.00 a Perugia, nell'ambito della 27/ma edizione di Umbrialibri, la rassegna editoriale e culturale promossa dalla Regione Umbria, ospitata dall'8 al 10 ottobre nel Complesso Monumentale di San Pietro. Introdurrà la cerimonia di premiazione Paolo Repetti, direttore editoriale di Einaudi Stile Libero, che presenterà la nuova edizione di 'Con molta cura' (Einaudi) di Severino Cesari.
    Il Premio Nazionale Opera Prima "Severino Cesari" è promosso dalla Regione Umbria d'intesa e con la collaborazione diretta della moglie Emanuela Turchetti per onorare la memoria del giornalista, editor e curatore editoriale umbro, e dare riconoscimento e visibilità alla più valida opera d'esordio di narrativa di autore vivente, scritta in lingua italiana, di qualsiasi genere narrativo, pubblicata per la prima volta in volume cartaceo in Italia nel corso dei 13 mesi precedenti la pubblicazione del bando.
    La Giuria, presieduta da Simona Vinci, è composta quest'anno da Daria Bignardi, Giancarlo De Cataldo, Giovanni Dozzini, Luca Gatti, Antonella Lattanzi, Gabriella Mecucci, Francesca Montesperelli, Giacomo Papi e Michele Rossi. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie