Dorothy Parker, Tanto vale vivere

Black humour e stile sferzante in 21 racconti imperdibili

(ANSA) - ROMA, 01 MAR - DOROTHY PARKER, TANTO VALE VIVERE (Astoria, pp.320, euro 19. Traduzione di Chiara Libero). Il black humour sferzante e tagliente, l'analisi lucida delle storture della società, accanto alla vanità e alle fobie di personaggi trafitti dal suo stile impietoso. E poi i temi importanti, dal razzismo strisciante alla proiezione sui figli delle frustrazioni dei padri, dal conformismo alla vacuità della fama, dall'infedeltà coniugale ai matrimoni tenuti in piedi dalle convenienze fino ai diritti delle donne a cui la sua scrittura libera, spassosa ed emancipata ha sempre guardato.
    Sarà in libreria l'8 aprile con Astoria "Tanto vale vivere", l'antologia che raccoglie 21 racconti di Dorothy Parker, tra cui "Una bella bionda", considerato il suo capolavoro. Con la prefazione di Natalia Aspesi, il volume offre l'opportunità di scoprire il talento della scrittrice statunitense, nata nel 1893 nel New Jersey, nel confezionare storie densissime che nella brevità trovano il proprio valore aggiunto, tanto sono folgoranti, ironiche e acute. Profonda conoscitrice dell'animo americano, ma capace di parlare ad altre epoche e altri contesti, Dorothy Parker è riuscita a rivolgersi con schiettezza alle donne per raccontarne la rabbia e la disillusione, mettendo a nudo ipocrisie, pregiudizi e conformismo del mondo altoborghese. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie