Lokman Slim, morto quando esce libro sorella in Italia

Attivista ed editore assassinato in Libano

(ANSA) - ROMA, 04 FEB - L'attivista ed editore libanese Lokman Slim è stato trovato assassinato a 70 chilometri da Beirut nel giorno dell'uscita della versione italiana del romanzo della sorella Rasha al-Amir, 'Il giorno del giudizio', in libreria per La Tartaruga il 4 febbraio.
    Slim con la sorella aveva fondato la casa editrice indipendente e avanguardista Dar al-Jadeed che ha pubblicato l'edizione originale araba del romanzo.
    "Io personalmente e tutta La nave di Teseo siamo vicini a Rasha al-Amir per la perdita del fratello, Lokman Slim, editore, intellettuale, attivista libanese" dice Elisabetta Sgarbi, editrice del libro.
    "Nel suo raffinato e colto romanzo, che proprio in questi giorni è uscito con il titolo 'Il giorno del giudizio' presso La Tartaruga, Rasha aveva raccontato come la poesia e l'amore potessero essere considerati un importante antidoto contro la violenza e contro ogni forma di fanatismo. Parole che oggi dovrebbero far riflettere sul tragico destino di uno straordinario e bellissimo paese come il Libano" sottolinea Nuccio Ordine, filosofo e docente universitario di letteratura italiana il cui libro "L'utilità dell'inutile" è stato pubblicato in arabo da Rasha al-Amir. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie