Un Autore per l'Europa, il premio debutta su piazza virtuale

Con Circolo Lettori Torino. Premiazione ad Alassio 5/9

(ANSA) - ROMA, 07 LUG - Michela Mazzucco con L'Architettrice (Einaudi), Fabiano Massimi con L'angelo di Monaco (Longanesi), Camilla Baresani con Gelosia (La nave di Teseo), Andrea Molesini con Dove un'ombra sconsolata mi cerca (Sellerio) e Michele Serra con Le cose che bruciano (Feltrinelli). Sono i cinque scrittori a contendersi il 26/o Premio Letterario Nazionale Alassio Centolibri "Un Autore per l'Europa", che sarà consegnato il 5 settembre nella serata presentata da Gerry Scotti, in piazza Partigiani ad Alassio (SV). E che quest'anno torna con molte novità, ritrovando anche il suo Festival della Cultura della Città di Alassio, tra letteratura, arte e digital.
    Pur in tempo di pandemia, spiega il Vice Sindaco Angelo Galtieri, "questo Premio merita ogni sforzo per renderlo attuabile". Se a selezionare le opere finaliste è la giuria tecnica presieduta da Gian Luigi Beccaria, il regolamento del premio è infatti unico nel suo genere per l'idea di far votare la nostra narrativa contemporanea a una giuria europea e prevede l'obbligo di presentazione pubblica delle opere in cinquina.
    Così domani, mercoledì 8 luglio la gara si sposterà momentaneamente dalla piazza reale a quella virtuale, alle 18 sulla pagina Facebook del Circolo dei lettori di Torino, con il quale si inaugura una preziosa collaborazione. In un unico momento i cinque finalisti 2020 parleranno delle loro opere rispondendo a cinque domande, identiche per tutti.
    "Il nostro pubblico - spiega il Consigliere alla cultura Paola Cassarino - potrà così vederli tutti assieme, proprio come capita per i Premi letterari italiani più noti. Un format che anticipa la prossima programmazione 2021, che vorremmo organizzare similare ma in presenza fisica". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie