Libri: I raffreddori di André Francois

In libreria il 27 febbraio per Orecchio Acerbo

(ANSA) - ROMA, 26 FEB - ANDRE' FRANCOIS, I RAFFREDDORI (ORECCHIO ACERBO, PP 84 EURO 10). E' cosa risaputa che i raffreddori non si devono prendere e sta qui la loro fortuna.
    Non si sono estinti, anzi questa circostanza ne ha favorito sia la diffusione sia la moltiplicazione di varietà. C'è quello di testa, quello trascurato e quello mortale. Ce lo racconta un piccolo capolavoro del doppio senso, 'I Raffreddori' di cui è autore e illustratore André François, che arriva in libreria il 27 febbraio per Orecchio Acerbo.
    Un libro per ragazzi che con la sua bellezza ed ironia può risollevare l'animo anche agli adulti. Ecco dunque il Raffreddore passeggero che sfreccia a bordo di un'automobile con autista e il Raffreddore problematico disteso sul lettino dello psicoanalista. Ma i più diffusi sono i Raffreddori belli e brutti. Ci sono persone che passano a letto giorni interi con loro, altri li fanno passare, altri li prendono facilmente. La scelta vincente comunque è non prenderlo del tutto, visto che in giro ce ne sono davvero molti.
    Nel libro anche le creature estinte che devono imputare la loro scomparsa a fattori esterni come il Kubo, poco utile con la sua forma o la Rana divoratrice di marmellata, molesta, oltre che ladra.
    Pittore, scultore, scenografo teatrale, illustratore e autore di libri, André François, morto a 90 anni nel 2005, è considerato uno delle personalità più significative in campo artistico del XX secolo. Il libro che lo ha reso famoso in tutto il mondo è 'Les larmes de crocodile', ha esposto nei principali musei di tutto il mondo da Amsterdam a Tokyo ad Hannover. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie