Premio Terzani, la cinquina dei finalisti per 2020

Titoli di Boochani, Fatland, Maalouf, Mannocchi e Temelkuran

 Behrouz Boochani per Nessun amico se non le montagne. Prigioniero nell'isola di Manus (add editore), Erika Fatland per La frontiera. Viaggio intorno alla Russia (Marsilio), Amin Maalouf per Il naufragio delle civiltà (La nave di Teseo), Francesca Mannocchi per Io Khaled vendo uomini e sono innocente (Einaudi) e Ece Temelkuran per Come sfasciare un paese in sette mosse. La via che porta dal populismo alla dittatura (Bollati Boringhieri). Sono questi i cinque finalisti della 16/a edizione del Premio letterario internazionale Tiziano Terzani, riconoscimento istituito e promosso dall'associazione culturale vicino/lontano di Udine insieme con la famiglia Terzani. Cinque titoli - selezionati da un elenco di 40 - che restituiscono l'attualità del nostro tempo, "per fare luce sui retroscena umani, storici o politici delle questioni di maggiore attualità nel mondo", commenta la presidente di giuria, Angela Terzani Staude. Il vincitore sarà annunciato in aprile. Il Premio verrà consegnato il 23 maggio.

   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie