Vani d'ombra,storia Michele e ossessione

Romanzo d'esordio di Simone Innocenti

(ANSA) - FIRENZE, 8 GIU - La storia della vita di Michele e della sua ossessione. E' 'Vani d'ombra' (Voland, pp.160, 15 euro), romanzo d'esordio di Simone Innocenti, giornalista del Corriere Fiorentino, già autore della guida letteraria Firenze Mare (Perrone), e della raccolta di racconti Puntazza (Erudita).
    'Vani d'ombra', con una scrittura cruda, a volte persino violenta, percorre l'esistenza di Michele, trascinando il lettore nelle zone più intime della mente di un uomo tormentato.
    Il libro si apre quando il protagonista ha tredici anni: vive in un piccolo paese di campagna, la scuola è finita, e capita che a voler passare il tempo poi si diventa curiosi e con un binocolo in mano si possono vedere tante cose. Accade così che nascosto tra le fronde di un albero, Michele scopre che la colf del notaio, tutti i pomeriggi, incontra uomini. Ogni giorno uno diverso. È come stare al cinema senza pagare il biglietto. Il conto arriva quando viene scoperto dalla donna, trascinato per un orecchio e rinchiuso a chiave dentro il suo armadio.
    Imprigionato e al buio, Michele è costretto a una rivelazione che segnerà per sempre la sua vita, fino alle più estreme conseguenze.
    Il libro sarà presentato oggi dal suo autore, alle 16.45, al festival Città dei lettori in corso a Villa Bardini a Firenze.(ANSA).
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie