Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Cinema
  4. Will Smith 'profondamente pentito, Chris Rock non mi parla'

Will Smith 'profondamente pentito, Chris Rock non mi parla'

Dopo lo schiaffo agli Oscar, 'si farà vivo lui quando pronto'

Per la prima volta dopo l'ostracismo a cui e' stato condannato dall'Academy per lo schiaffo in diretta a Chris Rock, Will Smith e' uscito allo scoperto. "Profondamente pentito" e "pieno di rimorsi" per il suo comportamento durante la notte degli Oscar, l'attore e' tornato a definire "inaccettabile" il suo comportamento. "Ho cercato di contattare Chris, ma lui non e' pronto a parlare con me", ha detto Will, premiato con la statuetta durante la notte delle stelle per il suo ruolo in 'King Richard - Una Famiglia Vincente': "Non e' pronto. Quando lo sarà, si fara' vivo lui". Il videomessaggio e' stato postato sul suo profilo Instagram: "Non c'e' parte di me che pensa che quella fosse la cosa giusta", ha aggiunto il divo a proposito del gesto di rabbia con cui ha reagito alla battuta del comico sulla testa rasata di sua moglie, Jada Pinkett, che soffre di alopecia, ma Rock non lo sapeva. Un mea culpa a tutto campo: "Non ho pensato, in quel momento, a tutte le persone a cui stavo facendo del male. Cosi' ora mi voglio scusare con la madre di Chris e con la sua famiglia, soprattutto il fratello Tony. Avevamo una bella relazione e questo e' probabilmente irreparabile". Will si e' battuto il petto anche per "aver rubato la scena" a Questlove che pochi istanti dopo lo schiaffo e' salito sul palco per ritirare il premio al miglior documentario per 'Summer of Soul': "Ho rovinato il tuo momento". Quanto alla moglie Jada, non ha avuto niente a che fare con lo scatto d'ira. Non e' stato cioe' perche' lei ha alzato gli occhi al cielo alla battuta di Rock che lui ha inveito contro il comico con tutte le conseguenze del caso: "Voglio scusarmi con te e con i figli per tutta l'attenzione che vi ho attirato addosso". Dopo lo 'Slapgate' la carriera di Will Smith, fino ad allora una delle star piu' affidabili di Hollywood, e' andata in caduta libera. Il premio Oscar come miglior attore non gli e' stato ritirato, ma Will e' stato messo al bando per dieci anni da tutti gli eventi dell'Academy dopo aver lui stesso presentato le dimissioni. Smith ha un importante film sulla schiavitu' in cantiere, "Emancipation". Le riprese sono finite e Apple, che lo produce, ha mantenuto ferma la data di uscita nelle sale a dicembre, ha appreso il sito di spettacolo "Deadline". Il video di oggi ha a che fare con un ritorno in campo? Qualche giorno fa anche Rock, in tour con Kevin Hart in New Jersey, aveva affrontato la vicenda. "Lo schiaffo mi ha ferito", ha detto: "Ma non sono una vittima. Me lo sono scrollato di dosso e il giorno dopo ero di nuovo al lavoro. Non sono uno che va in ospedale per un graffio"

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA



      Modifica consenso Cookie