Cultura

Venezia: da Sorrentino a Verdone i docenti I-Talent Factory

Pietro Valsecchi fonda prima accademia telematica sul cinema

Paolo Sorrentino, Carlo Verdone, Marco Bellocchio, Luca Medici, Marco Tullio Giordana, Paola Cortellesi, Giuseppe Tornatore, Silvio Orlando, Marco Bellocchio è lunghissima la lista dei registi, attori, sceneggiatori, agenti che il produttore Pietro Valsecchi ha coinvolto ideando la I-Talent Factory presentata a Venezia, un progetto che mira alla formazione di nuovi talenti in tutti i settori del cinema con la guida di un corpo docente unico. "L'esperienza del lockdown di un anno e mezzo fa mi ha spinto a ragionare sul futuro delle tante ragazze e ragazzi di talento che vorrebbero costruirsi una professione nel mondo del cinema o delle serie tv e che però trovano tante difficoltà per poter realizzare il loro sogno. Ho pensato ad un'offerta didattica nuova basata su due pilastri: la diffusione online che permette a tutti, ovunque e con costi abbordabili, di accedere a qualunque tipo di contenuti, e il coinvolgimento dei migliori professionisti del nostro cinema e della nostra tv che, ciascuno dal punto di vista della sua esperienza e specializzazione (regia, sceneggiatura, produzione, recitazione ecc.), possono fornire una panoramica unica e dall'interno dei mestieri del cinema". Il critico e regista Mario Sesti è direttore editoriale per curare le lezioni in video. Danilo Iervolino, presidente dell'università telematica Pegaso, ha aderito al progetto: attraverso Pegaso questo patrimonio di videolezioni saranno costantemente disponibili e fruibili attraverso ogni device, smartphone, tablet, computer, smart tv, per andare a costruire un utilissimo e affascinante percorso per tutti i giovani che vogliono entrare nel nostro mondo e vogliono essere guidati dai migliori talenti presenti in Italia. E i giovani più promettenti e meritevoli avranno la possibilità di poter entrare in contatto con i più importanti produttori per future collaborazioni professionali. La I-Talent Factory si rivolge ad un target molto trasversale a partire dai 18 anni muniti di diploma e dà la possibilità di accedere ad un'ampia offerta di moduli didattici, divisi in categorie e discipline, da 250 a 500 ore di lezione. I percorsi di studio - che durano un anno alla fine del quale viene rilasciato un diploma - sono un'esperienza interattiva perché non comprendono solo lezioni da ascoltare, ma anche momenti di incontro tra studenti e professionisti.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie