Cultura

De Angelis, da Salvatore Todaro a Elena Ferrante

Insieme a Pina Turco a Giffoni, anche da attori scelte politiche

(ANSA) - ROMA, 31 LUG - Un film sull'eroe della II Guerra Mondiale Salvatore Todaro scritto con Sandro Veronesi, la regia di nuovi adattamenti per Rai1 da Eduardo De Filippo, Non ti pago e Sabato, domenica e lunedì con Sergio Castellitto (dopo Natale in casa Cupiello); la regia di alcune puntate della serie internazionale Amazon Prime Video Maradona, Sueno bendito, una serie per Netflix tratta da La vita bugiarda degli Adulti di Elena Ferrante e un adattamento dai romanzi di Giorgio Scerbanenco. Sono solo alcuni dei progetti di Edoardo De Angelis, protagonista al Giffoni film Festival di un incontro con i ragazzi insieme alla moglie Pina Turco, attrice pluricandidata ai David e ai Nastri e volto popolare grazie a serie come Gomorra o La fuggitiva.
    "A me piacciono tanto sia l'energia nata dalla popolarità, sia quella di un personaggio molto particolare in un film d'autore - dice Pina Turco - . Le scelte politiche "vanno fatte nel quotidiano, anche solo nel decidere dove si va a fare la spesa. Anche per gli attori e le attrici dev'essere così, fare un ruolo piuttosto che un altro è una scelta politica". Con le sale chiuse "a causa della pandemia - sottolinea il cineasta - c'è stata l'occasione per riflettere e amplificare sensazioni sia positive che negative. E il momento per sperimentare destinazioni diverse. Quando mi hanno invitato a lavorare su Eduardo ho capito che non mi potevo sottrarre". Un autore "che è stato un autore capace di plasmare la nostra percezione del mondo". De Angelis (che è anche imprenditore, con VGroove), è ora immerso nella preparazione de Il comandante, il film sul sommergibilista italiano, eroe della II Guerra Mondiale Salvatore Todaro. "Veronesi ed io volevamo fare un film sulla forza, ci siamo resi conto che l'uomo più forte è quello capace di tendere la mano al debole. Abbiamo pensato che Salvatore Todaro fosse in questo una figura emblematica: affondava le navi nemiche ma portava in salvo i naufraghi". E' nella fasi iniziali anche la serie per Netflix da La vita bugiarda degli adulti di Elena Ferrante: "Le sue storie sono fortemente radicate nella terra che le ha originate. Un legame indissolubile che si esprime in dinamiche squisitamente universali". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie