'Ostaggi', black comedy che guarda alla cronaca

Nel cast Tognazzi, Incontrada, Pannofino, Cotta e Haber

Arriva su SKY Cinema Primafila Premiere dal 15 maggio il film OSTAGGI di Eleonora Ivone, black comedy tratta dall'omonima pièce teatrale di Angelo Longoni, rivisitata dalla regista insieme all'autore. Che succede in OSTAGGI? Marco (Gianmarco Tognazzi), imprenditore in crisi, nonostante sia addirittura in credito con lo Stato, disperato per il suo imminente fallimento fa una rapina a un portavalori. Inseguito dalla polizia si rifugia nella panetteria di Remo (Francesco Pannofino), e prende in ostaggio gli avventori. Ovvero, Ambra (Vanessa Incontrada) ex infermiera ora prostituta in proprio, Regina (Elena Cotta) una pensionata cardiopatica tutto carattere e Nabil (Jonis Bascir), venditore siriano 'sans papier' pronto a massime popolar-filosofiche. A sfidare l'improvvisato e sicuramente molto insicuro imprenditore troviamo il commissario interventista (Alessandro Haber) e la più che moderata negoziatrice Anna (Eleonora Ivone). Questo il materiale umano di una situazione tragicomica dove tutto alla fine può accadere.

"Sono stata fortunata ad essere stata protetta da tutti loro - dice la regista esordiente rivolta al cast nell'incontro stampa in remoto - . Ognuno mi ha regalato la possibilità di trovare la giusta strada del proprio personaggio". Spiega invece Tognazzi : "Quello che il mio personaggio fa, ovvero Marco Santini, non è certo nella sua natura. È una cosa che decide di fare in un momento di disperazione e nervosismo. Marco è un uomo per bene che tiene alla famiglia e soprattutto anche ai suoi dipendenti che per lui sono sempre la sua famiglia. Si trova però all'interno di un sistema che non gli dà alcuna via d'uscita, ma non è affatto un delinquente". Ambra, spiega poi la Incontrada: "È una che a un certo punto ha scelto di fare la prostituta, una cosa che fa però con estrema dignità. Un lavoro poi che le dà la grande capacità di capire subito chi ha davanti e le permette anche di instaurare con tutti un rapporto molto personale. Così, non a caso, capisce subito che Marco è una persona veramente buona che si trova in un momento di difficoltà".

Per la bravissima Elena Cotta, il suo personaggio, Regina "è quello più scopertamente umano, la sua fragilità è quella di una persona qualunque che però a un certo punto sa far uscire la grinta, un carattere che mette tutti in linea". Cosa è il mio personaggio ? "Una vera merda - replica Haber - un poliziotto represso che vuol sparare ad ogni costo". Nabil, dice, infine, Bascir, "è uno dei tanti venuti in un barcone dall'altra parte del Mediterraneo e che rappresenta qualcosa, un problema che molte persone non vogliono vedere".

Una curiosità, in OSTAGGI, oltre a un cameo di Cesare Bocci nel ruolo di un avvocato, ce n'è anche uno della figlia di Gianmarco Tognazzi, Andrea Viola, che interpreta proprio la figlia del sequestratore: "Anche mio padre - spiega Tognazzi - mi portava sul set e ho scoperto che c'è qualcosa di molto egoistico in questo. In realtà è una cosa che mi ha molto emozionato anche se penso che lei non voglia certo fare questo mestiere". OSTAGGI è prodotto da Fenix Entertainment Spa con Wake Up Produzioni, società di Eleonora Ivone e Angelo Longoni, con il contributo della Film Commission Calabria. Il direttore della fotografia è Patrizio Patrizi, la scenografia è di Fabio Vitale, i costumi sono di Grazia Matera, il montaggio di Mauro Bonanni, le musiche originali sono di Niccolò Agliardi, vincitore di un Golden Globe e candidato all'Oscar.

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie