LaSabri, dietro web mondo non sempre facile

Webstar doppiatrice per film animato Siamo solo orsi - Il Film

(ANSA) - ROMA, 19 NOV - Diventare star del web si rivela molto più complicato del previsto tra equivoci e ansia da followers per i tre protagonisti di Siamo solo orsi - il film primo lungometraggio al debutto in Italia su Cartoon Network il 27 novembre alle 19.40 tratto dall'ironica e scanzonata serie animata, su tre orsi parlanti, Grizzly, Panda e Orso Bianco, abituati a condividere ritmi e frenesie della società umana. A dirigere il film è il creatore del cartoon Daniel Chong, che come d'abitudine, tocca con delicatezza in un mare di gag, battute e invenzioni, anche temi importanti. Dal rispetto della natura a quelli legati alla storia del film, come luci e possibili trappole dei social network.
    Un argomento che conosce bene anche LaSabri (all'anagrafe Sabrina Cereseto, classe 1988), webstar da oltre 2 milioni di iscritti su you tube e altrettanti follower su Instagram, che dopo il debutto come doppiatrice con un cameo in Ralph Spacca internet, stavolta si cala nei panni di una brillante mucca stella dei social che porta i tre protagonisti al viral animal party, festa esclusiva riservata solo agli animali più popolari del Web. "Ho detto sì perché sono una grandissima fan del cartone animato, ne adoro l'ironia" spiega all'ANSA la popolare creator, che ha debuttato su you tube nel 2014. Il film "spiega anche ai bambini, che da fuori possono essere affascinati dal web, cosa c'è dietro - sottolinea LaSabri -. Un mondo gigante, che non sempre è facile e bello". Chi lavora sui social "ha una responsabilità enorme perché le parole che dici vengono ascoltate da migliaia di persone e, nel mio caso anche da tantissimi bambini, che a volte ti prendono come guida, ti rispettano ed ascoltano. Bisogna essere sempre attenti sui messaggi che si mandano e pensarci cinque volte prima di postare". La webstar affronta con i suoi video anche tematiche importanti, dall'omofobia al cyberbullismo e collabora attivamente con Onlus come Save The Children. "Come tutti, anch'io non sempre ho fatto le cose giuste crescendo - spiega -.
    Amo parlare anche di temi importanti perché mi auguro che qualche bambino o bambina ascoltandomi possa trovare qualche consiglio utile per evitare degli errori". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie