Incassi in calo, in vetta Sul più bello

Terzo I Predatori, sesto Palm Springs, ottavo Totti

E' un commiato seppur temporaneo molto sofferto quello delle sale cinematografiche italiane dal proprio pubblico: si conclude infatti con un calo l'ultimo weekend con i cinema aperti (come è stato deciso nel Dpcm per contenere la pandemia) dato che che l'incasso complessivo è stato di 1.594.369 con un drammatico -82,27% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e un -11% sulla scorsa settimana.
In vetta esordisce il dramedy italiano Sul più Bello di Alice Filippi con 296 mila 806 euro nel week end e quasi 328 mila euro complessivi. Cala in seconda posizione il disaster movie di Ric Roman Waugh con Gerard Butler Greenland che mette via altri 165 mila euro per un totale di 1 milione 485 mila. Al terzo posto debutta con quasi 159 mila euro in 4 giorni I Predatori di e con Pietro Castellitto con Massimo Popolizio.
Le altre new entry sono al sesto posto il film tra commedia e fantasy Palm Springs - Vivi come se non ci fosse un domani (quasi 96 mila in 4 giorni). Ottavo Mi chiamo Francesco Totti di Alex Infascelli lanciato alla Festa del Cinema di Roma (quasi 63 euro nel week end e e 658 mila complessivi grazie anche ad alcune serate-evento). Esordisce decimo Cosa Sarà di Francesco Bruni, già regista di Scialla, con Kim Rossi Stuart e Lorenza Indovina (61 mila euro in 2 giorni).
Il resto della classifica vede al quarto posto La vita straordinaria di David Copperfield con Hugh Laurie e Tilda Swinton: l'incasso è di quasi 128 mila euro per un complessivo di 359 mila. Quinta la commedia Lockdown all'italiana di Enrico Vanzina che guadagna 106 mila euro per un totale di 371 mila.
Settimo il cartoon Trash - La leggenda della piramide magica di Francesco Dafan e Luca Della Grotta sulla storia di rifiuti e nono Un divano a Tunisi.

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie