Europe C-19, cinque registi raccontano la pandemia

Docu collettivo in una simbolica riunificazione del Continente

(ANSA) - ROMA, 28 SET - Al via le riprese di Europe C-19, docufilm collettivo di cinque grandi autori europei chiamati a raccontare i drammi e le rivoluzioni causate dalla pandemia nei propri paesi, ciascuno dalla propria prospettiva, ma insieme per un obiettivo comune: registi europei uniti in una simbolica riunificazione del Continente, in un anno difficile come questo 2020. Il primo ciak è stato battuto il 5 settembre a Londra dal regista inglese Michael Winterbottom, Julia von Heinz, che ha appena presentato il suo ultimo lavoro in concorso a Venezia 77, dirigerà la parte relativa alla Germania, Fernando León de Aranoa quella relativa alla Spagna, Jaco Van Dormael per il Belgio e Michele Placido rappresenterà l'Italia, la prima nazione europea ad affrontare la pandemia e che ha dato vita a questa coproduzione internazionale promossa e capitanata da Notorious Pictures di Guglielmo Marchetti.
    Notorious Pictures è accompagnata in questa coproduzione da importanti partner europei: Tarantula di Joseph Rouschop in Belgio, Maze Pictures di Philipp Kreuzer in Germania, Mono Films di Miguel Menendez De Zubillaga insieme a Reposado di Fernando León de Aranoa in Spagna, Revolution Films di Melissa Parmenter e Michael Winterbottom nel Regno Unito.
    Nei cinque corti, durata di 15 minuti ciascuno, i registi raccontano come l'epidemia e le misure di contenimento abbiano colpito in termini sociali, psicologici ed economici i cittadini europei. Le storie sono viste attraverso lo sguardo di questi grandi autori/registi e descrivono quanto l'Europa stia vivendo in questo 2020. Europe C-19 (titolo provvisorio) è una testimonianza storica collettiva: storie personali mai raccontate che fungono da spunto di riflessione e di ispirazione, da contributo alla battaglia dell'umanità contro l'epidemia e in generale, alla difesa della salute pubblica dell'Europa stessa, chiamata oggi più che mai ad una grande sfida unitaria. Il docufilm conta già sul supporto di FFF-Bayern, di Casa Kafka Pictures e della belga Voo-BeTV. Parte dei proventi di Europe C-19 saranno devoluti ad un ente europeo di sostegno alla ricerca scientifica. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie