Milo; Conte mi ha chiamato per farmi smettere sciopero fame

La diva, Pensavo a uno scherzo. E' stato emozionante, bellissimo

(ANSA) - ROMA, 21 MAG - Il premier Conte ha chiamato Sandra Milo per rassicurarla e farle interrompere lo sciopero della fame, che l'attrice aveva appena iniziato per porre l'attenzione sugli autonomi, le partite Iva, gli artisti e gli operatori del mondo dello spettacolo, che stanno vivendo un momento drammatico a causa della pandemia. A rivelarlo ai microfoni di Un Giorno da Pecora, la trasmissione di Rai Radio1 dove aveva annunciato l'inizio della sua protesta, è la stessa Milo, che ai conduttori Geppi Cucciari e Giorgio Lauro oggi ha detto: "Ieri mi è successa una cosa bellissima. Mi arriva una chiamata e dall'altra parte un uomo mi dice: sono Giuseppe Conte. Io pensavo fosse uno scherzo e Conte mi ha dato il numero del centralino di Palazzo Chigi dove chiamarlo: era davvero il premier". "E' stato emozionante, bellissimo - prosegue l'attrice - ho pensato che per una volta la politica avesse ritrovato un volto umano". A quel punto, "Ho detto che noi autonomi abbiamo dei problemi insostenibili ora rivela Milo - e gli ho proposto di trovare una soluzione possibile". Alla domanda se avevano fissato un incontro, la diva ha risposto: "No. In realtà ieri lui mi ha chiesto un favore, non vi dico quale, ma un favore che gli ho già fatto. Ora sono sicura che lui ricambierà, perché è un uomo d'onore". Il premier si è impegnato, "non solo per la categoria che rappresento, ma per tutti gli italiani. Abbiamo parlato dei problemi della gente e gli ho espresso la mia gratitudine per quanto fatto per arginare il Coronavirus. Conte, mi farà sapere molto presto". "L'ho trovato fantastico, parlando con Conte mi sono commossa, perché viviamo in un momento molto difficile". Il premier, "Mi ha detto - ha concluso l'attrice - che non sopportava l'idea che io facessi lo sciopero della fame, è stato bellissimo. Ho capito davvero la sua umanità". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie