Coronavirus: un documentario racconta la Firenze deserta

Realizzato dal regista Marco Cervelli. Anche a Roma e Venezia

(ANSA) - FIRENZE, 31 MAR - Un documentario dal titolo 'Resurrezione' che racconta la Firenze deserta al tempo del coronavirus: a realizzarlo è stato il regista Marco Cervelli, con la casa di produzione Fair Play e in collaborazione con l'Istituto Lorenzo de' Medici.
    Un documentario che scorre sulle note delle composizioni inedite di Pino Donaggio, accompagnato dalla voce di Sebastiano Somma che propone un sonetto di Shakespeare sulla bellezza che resta viva e forte nei luoghi e nella gente. Insieme a Firenze, Marco Cervelli ha raccontato anche Roma e Venezia, unendo tre città simbolo divise da un prima e dopo pandemia, con le persone che cantano, suonano e salutano dalle finestre e dai balconi per sentirsi meno sole. "Nessuno fino a poche settimane fa avrebbe potuto prevedere gli effetti della pandemia da Covid-19 sulla nostra vita sociale culturale politica ed economica - racconta il regista -: i numerosi lutti che hanno coinvolto tante famiglie in Italia e all'estero ci hanno immobilizzato di fronte ai mass media che quotidianamente ci restituiscono immagini di dolore e silenzio quasi surreali. Il nostro lavoro nasce dall'esigenza di documentare quanto alcune delle nostre città più rappresentative appaiano vuote e tristi, specchio delle nostre emozioni e paure più profonde". (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie