Cultura
  1. ANSA.it
  2. Cultura
  3. Arte
  4. Arte: i finalisti della terza edizione Maxxi Bvlgari Prize

Arte: i finalisti della terza edizione Maxxi Bvlgari Prize

Sono Alessandra Ferrini, Silvia Rosi e Namsal Siedlecki

(ANSA) - ROMA, 25 NOV - Alessandra Ferrini, Silvia Rosi, Namsal Siedlecki sono i finalisti della terza edizione del premio con cui Maxxi e Bvlgari sostengono i giovani talenti nell'arte. A giugno 2022 le loro opere site specific saranno esposte al Maxxi in una mostra a cura di Giulia Ferracci e a ottobre la giuria decreterà il vincitore e la sua opera acquisita dal museo. I finalisti sono Alessandra Ferrini (Firenze 1984), Silvia Rosi (Scandiano - Re 1992) e Namsal Siedlecki (Greenfield Usa 1986). Individuati tra una rosa di artisti presentati dai critici e curatori italiani i finalisti sono stati scelti da una giuria internazionale di cui fanno parte, a rotazione, curatori di grande prestigio e direttori delle principali istituzioni culturali di tutto il mondo, tra cui Hoor Al Qasimi presidente e direttrice Sharjah Art Foundation Emirati Arabi Uniti, Chiara Parisi direttrice Pompidou-Metz, Dirk Snauwaert direttore Wiels Contemporary Art Centre di Bruxelles, con Hou Hanru direttore artistico Maxxi, Bartolomeo Pietromarchi direttore Maxxi Arte.
    "In questo momento ancora critico ma di grande rinascita per la cultura e con tanta voglia di futuro, sono particolarmente lieta di annunciare i finalisti della terza edizione del Maxxi Bvlgari Prize - sottolinea Giovanna Melandri presidente Fondazione Maxxi -. Spesso gli artisti arrivano a comprendere il mondo prima di noi: i loro bagliori, le visioni e le intuizioni ci aiutano a focalizzare la direzione di marcia di questa epoca così complessa. Ciascuno col proprio linguaggio, Alessandra Ferrini, Silvia Rosi e Namsal Siedlecki ci parlano del rapporto uomo natura, di migrazione, identità, appartenenza, ideologia, tutti temi urgenti del nostro tempo".
    "E' un grande privilegio - aggiunge Jean-Christophe Babin ad del Gruppo Bulgari - dare il via alla terza edizione del Premio.
    Questa collaborazione è uno dei nostri fiori all'occhiello: il Maxxi è un incredibile laboratorio di idee e ogni volta la creatività degli artisti, il loro entusiasmo, la loro lettura della realtà inducono noi tutti a una riflessione profonda sul tempo che stiamo vivendo". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie