Cultura

Tra nuraghi e guerrieri, Sardegna megalitica va in tour

Mostra evento a Berlino, San Pietroburgo, Salonicco, Napoli

(ANSA) - ROMA, 23 GIU - Le misteriose Dee madri, con quei tratti che ne farebbero opere iconiche ancora oggi. I monumentali Guerrieri di Mont'e Prama e tutto un esercito di bronzetti di donne, uomini, animali, spade votive, modellini di edifici e navi. Per la prima volta, ben quattromila anni dopo, le antichissime culture megalitiche della Sardegna conquistano la scena internazionale in tour con i loro capolavori in quattro dei più importanti musei d'Europa. È il racconto di "Sardegna Isola Megalitica. Dai menhir ai nuraghi: storie di pietra nel cuore del Mediterraneo", mostra-evento promossa dalla Regione Sardegna con il Museo Archeologico Nazionale di Cagliari e la Direzione Regionale Musei della Sardegna, che dal 30 giugno 2021 a settembre 2022 farà tappa al Museo Nazionale per la Preistoria e Protostoria di Berlino, al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo, al Museo Archeologico Nazionale di Salonicco per concludersi al MANN di Napoli (10/6/2022 - 11/9/2022). Una nuova tappa del progetto di Heritage Tourism partito nel 2017 e finanziato dall'Unione Europea sull'archeologia sarda nel contesto del Mediterraneo, che anticipa, spiega il presidente della regione Christian Solinas, anche la nascita "tra qualche giorno di una fondazione apposita con il Ministro Dario Franceschini, per la valorizzazione del compendio del Sinis dove non ci sono solo i Giganti di Mont'e Prama ma anche altre emergenze come la città fenicia meglio conservata del Mediterraneo: Tagos".
    Realizzata con il Patrocinio del MAECI e del MIC, la collaborazione della Fondazione di Sardegna e il coordinamento generale di Villaggio Globale International, la mostra raccoglie oltre 200 reperti, correndo sul filo rosso del megalistismo, presentando anche le scoperte più recenti e opere mai prestate prima d'ora, come l'eccezionale Pugilatore di Mont'e Prama, alto con piedestallo quasi due metri e per 300 chili di peso. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        In Collaborazione con

        Vai al sito del Maxxi

        Modifica consenso Cookie