Arte torna al baratto, opere in cambio di oggetti o tempo

40 artisti per progetto curatoriale 'whatever it takes'

(ANSA) - VENEZIA, 25 SET - Il baratto per rilanciare il "sistema" dell'arte, per aprire una strada di rapporto diretto tra artista e collezionista non mediato dal denaro ma dallo scambio di beni primari: "vuoi un mio disegno? Un quadro?" in cambio chiedo "una Vespa 50 Special", "l'estrazione del dente del giudizio", "imparare a memoria una poesia e recitarla assieme". Una quarantina di giovani artisti, tra i quali nomi più noti, come Giorgio Andreatta Calo', Bianco Valente o Paola Angelini, hanno risposto all'inusuale progetto della "School for Curatorial Studies Venice" di mettere a disposizione un lavoro e di accompagnarlo non con una proposta di denaro ma di appagamento di un desiderio o di coinvolgimento diretto di colui che acquisisce l'opera in una performance artistica. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie