Cultura

Leonardo500: al Castello Sforzesco atelier e Salvator Mundi

(ANSA) - MILANO, 23 GEN - La Sala dei Ducali del Castello Sforzesco di Milano accoglierà, da domani al 19 aprile, una nuova mostra su Leonardo da Vinci dal titolo 'L'atelier di Leonardo e il Salvator Mundi', che si inserisce nel palinsesto promosso dal Comune proprio al Castello Sforzesco per celebrare i 500 anni dalla morte del genio toscano.
    La mostra è incentrata sul recente ritrovamento di un disegno, custodito nel Gabinetto dei disegni del Castello, mai esposto prima e che è stato attribuito con certezza alla bottega di Leonardo. Il disegno, esposto all'interno di una teca per consentire la visione da entrambi i lati, presenta da una parte figure copiate da studi anatomici di Leonardo risalenti a diverse epoche, dal 1487 circa al 1510-13. Un paio di questi disegni anatomici, realizzati da allievi del maestro, sono rifiniti a penna e inchiostro e sono stati tracciati seguendo un disegno sottostante a matita rossa, che potrebbe fare pensare ad un primo labile tracciato di Leonardo. Dall'altro lato del foglio c'è invece una scritta a matita nera che rimanda a uno dei dipinti più dibattuti attribuiti a Leonardo, 'Salvator Mundi'. Forse si tratta di un primo abbozzo per un'epigrafe o una scritta esplicativa da includere nel dipinto del Salvator Mundi, a cui Leonardo stava lavorando proprio introno al 1510-13.
    La mostra, curata da Pietro Marani e Alessia Alberti, è accanto alla Sala delle Asse per permettere al pubblico di immergersi all'interno dell'organizzazione del lavoro e del cantiere in cui sono state realizzate le decorazioni della grande sala, e che ha visto all'opera alcuni dei migliori allievi di Leonardo. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA



        In Collaborazione con

        Vai al sito del Maxxi

        Modifica consenso Cookie