Emma Stone, scopriamo come Crudelia diventa cattiva

E' protagonista film 'live action' Disney in arrivo da 26 maggio

La Swinging Londra anni Settanta piena di mode, tendenze culturali, Jaguar E, Rover 2000 Tc, Triumph Bonneville e anche una Vespa Mods con sullo sfondo Beatles, Rolling Stone, Who e Animals mentre arrivava il genere Punk, ovvero, tra gli altri, Clash e Sex Pistols. In questa magica atmosfera si svolge CRUDELIA, nuovo film Disney 'live action' in sala dal 26 maggio e dal 28 in streaming su Disney+ con Accesso VIP.
    Un film per certi versi barocco e musicale (ricco di 50 brani) che racconta gli esordi ribelli di una delle cattive più celebri di sempre: la leggendaria Cruella de Vil (Crudelia De Mon).
    Ovvero della vanitosa, filiforme ereditiera, con capelli metà bianchi e metà neri, comparsa nel 1956 nel romanzo 'I cento e un dalmata' della scrittrice inglese Dodie Smith e poi ne 'La carica dei 101' film Disney del 1961. Diretto da Craig Gillespie, CRUDELIA segue le vicende di una giovane truffatrice di nome Estella (Emma Stone), ragazza molto smart determinata a farsi un nome con la sua grande creatività. Fa così amicizia con una coppia di giovani ladri, Jasper (Joel Fry) e Horace ( Paul Walter Hauser), per sopravvivere con piccoli furti finché un giorno il suo talento di stilista viene scoperto dalla Baronessa von Hellman (Emma Thompson), terribilmente raffinata e crudele. Ma la loro relazione non sarà affatto facile e metterà in moto una serie di eventi e rivelazioni che porteranno Estella ad abbracciare il suo lato malvagio e a diventare la prorompente, alla moda e vendicativa Cruella.
    Nel cast del film anche Emily Beecham, Kirby Howell-Baptiste e Mark Strong.
    "Londra - spiega il regista australiano di 'Tonya' nell'incontro stampa in remoto - è stata una delle principali fonti di ispirazione per questo film e aveva sicuramente un'anima diversa negli anni '70, piena come era di sporco e inquinamento e con il movimento punk lungo King's Road. C'era allora quel senso di ribellione contro l'establishment che pesa fortemente sul personaggio di Crudelia".
    "Il mio personaggio - spiega invece Emma Thompson- è solo una donna che non vuole condividere la ribalta con nessun altro. Ciò che la spinge è il suo narcisismo, una sorta di disturbo della personalità. È comunque una designer brillante, ma poi quando arriva Crudelia, moderna e alla moda più di lei, chic e giovane e tutto il resto, non può sopportarlo. È stato abbastanza difficile per me fingere di litigare con la Stone sul set perché siamo buone amiche e ci vogliamo bene".
    Per la Thompson la vera tortura è stata indossare quegli abiti:"in cui ero strizzata come in un dentifricio. Era impossibile anche solo fare la pipì e quanto ho sofferto a portare quei tacchi quando io amo solo le infradito".
    Girare nella Londra anni Settanta? "Che dire, per me è stato come tornare adolescente".
    "È difficile considerare davvero malvagio il mio personaggio di Cruella se tu sai come è arrivata alla cattiveria" dice Emma Stone, premio Oscar per La la Land.
    Un paragone possibile con Joker? "Cruella è diversa da questo personaggio per molti motivi - dice l'attrice classe 1988 - Non mi paragono neppure lontanamente a Joaquin Phoenix. Mi piacerebbe comunque essere un po' come lui".
    Certo, continua l'attrice "Mi sono interessata molto a Cruella e alla sua cattiveria, anche se alcune cose che lei ha fatto non sarei mai riuscita a portarle avanti".
    Perché ha scelto di fare l'attrice? "Confesso l'ho fatto perché sono molto ansiosa e quando reciti non ci sono dubbi: sai esattamente quello che devi fare". (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie