The Same Disease, uguali ma diversi nella 'stessa malattia'

Il brano 'profetico' e il video dei giovani della Clockwork

"The Same Disease", la stessa malattia: è il titolo di un brano - in qualche modo profetico - scritto e cantato da Craig Peritz e di un videoclip che sta girando sui social, realizzato dalla casa di produzione cinematografica Clockwork A.M.C. L'idea è che nella quarantena siamo tutti uguali, anche se in modo diverso, e che nonostante la distanza stiamo condividendo più emozioni ed esperienze di prima. Il videoclip nasce soprattutto per sensibilizzare i più giovani a rimanere a casa.

La Clockwork A.M.C. è il risultato della collaborazione, che continua da circa un decennio, tra il regista e producer ebolitano Alfonso Bergamo, l'attore e producer Mario Paradiso Jr. e lo scrittore, attore e regista teatrale Craig Peritz. I progetti targati Clockwork variano tra corti, film, videoclip, spot: obiettivo, diffondere un messaggio di tolleranza e condivisione, con l'obiettivo di eliminare pregiudizi di genere, razza, religione e orientamento sessuale, promuovendo il dialogo. Un'altra creatura di Clockwork è un gruppo di lavoro formato da giovani attori e attrici, provenienti da diversi contesti, che porta il nome di "First Team": un momento dove i ragazzi e le ragazze, diretti dal regista Alfonso Bergamo, possono confrontare le proprie performance, crescere nella pratica attoriale e creare nuovi progetti. E sono proprio loro, i ragazzi di First Team, ad apparire nel video: ognuno a casa propria, eppure legati dall'empatia e dal sorriso.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie