Cronaca
  1. ANSA.it
  2. Cronaca
  3. Riparte "Sempre aperti a donare" pasti caldi a chi in difficoltà

Riparte "Sempre aperti a donare" pasti caldi a chi in difficoltà

150mila pasti donati in 150 città italiane fino a marzo 2022

(ANSA) - MILANO, 22 DIC - Riparte "Sempre aperti a donare", l'iniziativa solidale di McDonald's e Fondazione per l'Infanzia Ronald McDonald, che, insieme a Banco Alimentare e Comunità di Sant'Egidio, doneranno pasti caldi a chi è in difficoltà che durerà fino a fine marzo 2022. L'iniziativa quest'anno punta a raggiungere i 150mila pasti donati, in 150 comuni italiani. Un traguardo possibile grazie alla collaborazione con Banco Alimentare, con Comunità di Sant'Egidio e con altri enti e associazioni caritative locali distribuiti sul territorio nazionale. Un gesto concreto che coinvolge in prima persona i team dei ristoranti che si occuperanno della preparazione dei pasti distribuiti agli enti benefici locali. Nel 2021 sono stati coinvolti 185 ristoranti in 120 diverse città italiane, per un totale di oltre 140mila pasti donati a più di 200 associazioni ed enti benefici locali.
    "Un progetto nato per rispondere alle gravi difficoltà causate dalla pandemia e che oggi vogliamo continuare a portare avanti, consapevoli del fatto che certe emergenze non cessano mai di esistere e che tutti noi possiamo fare la differenza anche con piccoli gesti", ha detto Dario Baroni, ad di McDonald's Italia. Nicola Antonacci, presidente di Fondazione per l'infanzia Ronald McDonald. parla di "un'attività che lo scorso anno è stata in grado di generare una solida e fitta rete di solidarietà che ha visto coinvolti ristoranti, associazioni ed enti locali, tutti uniti con un unico scopo: aiutare chi è più fragile", "Ringraziamo McDonald's per aver rinnovato questa importante iniziativa, - ha detto Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus -. Il progetto Sempre aperti a donare è anche una bella dimostrazione di collaborazione tra vari attori della filiera alimentare, uniti da un comune intento solidale." "La pandemia ha acuito un disagio cronico e ampliato la forbice delle disuguaglianze. Questa stagione di emergenza non si è ancora conclusa ed è necessario affrontarla insieme", ha commentato il portavoce della Comunità di Sant'Egidio Roberto Zuccolini. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie