Cronaca

Giallo dello studente carbonizzato, esame telecamere e pc

Si traccia percorso da casa al campo. Tracce in stazione rurale

(ANSA) - PISA, 01 AGO - Per stabilire il contesto in cui è morto Francesco Pantaleo, lo studente universitario di 23 anni di Marsala (Trapani), trovato carbonizzato il 25 luglio in un campo vicino a Pisa, i carabinieri del nucleo investigativo stanno esaminando anche le immagini registrate da decine di telecamere di videosorveglianza, pubbliche e private, per cercare possibili indizi o verificare se hanno ripreso le ultime ore di vita del giovane. Il giovane potrebbe aver incontrato e parlato con qualcuno. L'area è abbondantemente coperta dalle telecamere, almeno fino alle soglie della zona di campagna dove è stato ritrovato il cadavere. Il tragitto dalla casa al campo dove è stato trovato morto è di 5 km. Sue tracce sono state trovate dai cani molecolari nella stazione di Pisa San Rossore, uno scalo secondario. Sequestrata la sua camera da letto nell'appartamento, non distante dalla facoltà alla quale era iscritto, che condivideva con due coinquilini affittuari come lui. Dalle indagini emerge che il 23enne aveva scelto di restare a Pisa anche nei mesi del lockdown e delle lezioni universitarie con modalità di didattica a distanza (Dad), anziché rientrare nei luoghi di origine come hanno fatto moltissimi studenti fuori sede. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie