Cronaca

Incidente sul Garda: genitori Greta lanciano raccolta fondi

"Per un robot per ispezionare i fondali"

(ANSA) - BRESCIA, 31 LUG - "Al nucleo sommozzatori del Gruppo Volontari del Garda serve un nuovo Remotely Operated Vehicle, un veicolo comandato a distanza per ispezionare i fondali anche a 400 metri di profondità. Il costo è certamente importante, 90 mila euro circa, ma siamo convinti che l'unione fa la forza.
    Sogniamo che il nuovo robot possa chiamarsi 'Greta e Umberto'".
    E' l'appello lanciato dalla mamma di Greta Nedrotti, la 24enne morta con Umberto Garzarella, sulla barca travolta da un motoscafo a metà giugno nelle acque bresciane del lago di Garda.
    "Abbiamo acceso un conto corrente che, al netto di spese e tasse, useremo per dare un primo contributo dedicato a questo progetto", spiegano Nadia e Raffale Nedrotti.
    La figlia Greta era morta annegata dopo essere stata sbalzata dalla barca ed il corpo era stato recuperato a circa cento metri di profondità, mentre Umberto Garzarella è stato trovato senza vita sulla barca con profonde ferite all'addome. "Grazie a tutti coloro che con affetto ci fanno sentire meno soli senza la nostra Principessa. E grazie a coloro che ci aiutano a far luce, verità e giustizia per Greta e Umberto. Grazie al nostro Lago, che ci ha restituito la nostra Greta, bella come era e ha protetto Umberto, cullandolo fino al mattino", scrivono i genitori di Greta Nedrotti. (ANSA).
   

        RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

        Video ANSA




        Modifica consenso Cookie