Cronaca

Ucciso in piazza: opposizione Voghera, la Giunta se ne vada

La sorella di Youns El Bossettaoui chiede aiuto a Ilaria Cucchi

(ANSA) - MILANO, 28 LUG - Pier Ezio Ghezzi, esponente della lista di opposizione Alleanza Civica per Voghera, all'inizio del Consiglio comunale in cui si è parlato dell'arresto dell'assessore autosospeso Massimo Adriatici ai domiciliari per l'uccisione del marocchino Youns El Bossettaoui ha spiegato che fino a ieri la città era ricordata "per la casalinga di Voghera", ovvero il "simbolo della rispettabilità" e ora sarà invece ricordata come "la città dello sceriffo". Per Ghezzi, "é fallito il modello di sicurezza della città". "Questa giunta - ha detto - non è più rappresentativa, perché non spinge per la comunità, per la solidarietà, è una giunta che deve andarsene e lasciare il posto a una Giunta di Salute pubblica che gestisca con la collaborazione di tutti temi come la sicurezza, il lavoro e una situazione gravissima: altrimenti tanto vale andare ad elezioni adesso". Ghezzi ha parlato di "fatto gravissimo inaccettabile sul piano delle regole democratiche".
    Intanto la sorella della vittima, Bahija, ha detto che combatterà per avere giustizia come ha fatto Ilaria Cucchi, a cui chiederà aiuto. (ANSA).
   

      RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

      Video ANSA




      Modifica consenso Cookie