Cronaca

In Lombardia 81 casi variante delta, in calo a giugno

Scende anche la percentuale sul totale delle genotipizzazioni

Sono 81 i casi di variante delta finora rilevate in Lombardia, due sono stati identificati ad aprile, 70 nel mese di maggio e 9 al 14 giugno. È quanto emerge da fonti interne a Regione Lombardia. In questo mese di giugno si registra quindi una tendenza in calo rispetto a maggio, ma ancor più significativa è la scarsa percentuale della cosiddetta variante Delta sul totale delle genotipizzazione, che è stata dell'1,20% in maggio e finora dell'1,15% a giugno. Oltre a quella indiana, i contagi legati ad altre varianti finora identificate in Lombardia sono 11.373 per quanto riguarda quella inglese, 383 per la brasiliana e 79 per la sudafricana. Ce ne sono poi 786 relativi a varianti 'non Voc (Variants of concern)', cioè non significative dato che non mostrano aumento della trasmissibilità.

"Non c'è dubbio che sulla variante indiana è necessario avere la giusta attenzione e precauzioni", ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni e del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, su Rai News 24. Fedriga ha spiegato che i primi studi dalla Gran Bretagna "dimostrano che i vaccini sulle ospedalizzazioni e quindi sull'aggravamento della malattia sono molto efficaci per ridurla e quasi annullarla", con "percentuali di efficacia che superano il 90%". Allo stesso tempo, però, "è vero che i vaccini sono un poco meno efficaci per quanto riguarda la possibilità di contagiare altre persone".  

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Video ANSA




Modifica consenso Cookie