• Folla e assembramenti, chiusure nelle zone della movida a Roma. Anche Venezia presa d'assalto. Tanti al mare

Folla e assembramenti, chiusure nelle zone della movida a Roma. Anche Venezia presa d'assalto. Tanti al mare

Anche la Liguria rivede i turisti, tanti francesi a Ventimiglia

Interventi per assembramenti e chiusure di strade e piazze a Roma a causa della folla. Diversi gli interventi della Polizia Locale in varie zone della Capitale. Le pattuglie sono state impegnate in particolare nel Centro Storico, soprattutto nella zona del Tridente - il salotto di Roma compreso tra via di Ripetta, via del Babuino e via del Corso - dove si sono concentrati i principali interventi già dalla tarda mattinata. Nel pomeriggio rafforzata la vigilanza anche in alcune zone della movida come Piazza Bologna, San Lorenzo e Trastevere, con gli agenti che stanno procedendo a chiusure temporanee, per far defluire la folla.

 In tanti anche nei principali parchi della Capitale e nel centro storico. Affollato anche il litorale romano. Complice la giornata di sole in molti hanno scelto di trascorrere la giornata al mare. Registrato in giornata traffico sostenuto sulle strade verso il mare e a Ostia.

Venezia presa d'assalto, parcheggi esauriti - Come previsto, nel secondo weekend di zona gialla e bel tempo, Venezia è stata presa d'assalto fin dalla mattinata di oggi da visitatori, soprattutto dall'entroterra regionale veneto. Sono al completo tutti i parcheggi automobilistici di piazzale Roma e del Tronchetto, dove inizialmente le vetture erano state deviate. La Polizia locale ha comunicato lo stop dei veicoli, con l'indicazione a raggiungere le aree di sosta in terraferma, a Mestre e Marghera. Per le code sul Ponte della Libertà verso il centro storico, le linee del servizio di trasporto pubblico hanno accumulato ritardi in entrambe le direzioni. Non si registrano assembramenti di persone; i visitatori si concentrano sulle principali direttrici turistiche di Rialto e piazza San Marco, per ora senza affollamenti. Da ieri è in vigore l'ordinanza del Comune contro la 'movida', che fissa limiti di accesso in alcune zone della città, e la possibilità di chiusura o limitazione di queste aree da parte della Polizia locale.

Liguria, folla in spiaggia e nei dehor, tanti francesi a Ventimiglia - Spiagge e lungomare pieni di persone, soprattutto nel Levante di Genova e nel Levante Ligure, posti nei dehors dei bar e dei ristoranti esauriti nel Savonese e nel Ponente ligure, molti lombardi e piemontesi nelle seconde case. La giornata di sole ha favorito l'afflusso dei turisti in Liguria soprattutto sulle spiagge. Code al casello autostradale, parcheggi esauriti, battelli pieni così come i tavoli dei bar e dei ristoranti. Il primo weekend di sole post aperture fa segnare nel Tigullio occidentale un tutto esaurito. Baia del Silenzio a Sestri Levante affollata da centinaia di bagnanti che si sono sdraiati al sole uno accanto all'altro tanto che Mediterranea Servizi, cui è delegato il contingentamento dell'afflusso nelle spiagge, sta pensando di anticipare la razionalizzazione degli accessi prevista per il primo giugno. Tanti turisti italiani anche nel Savonese, soprattutto ad Alassio, comune turistico per eccellenza. Molta gente nell'Imperiese, soprattutto a Sanremo e a Ventimiglia dove è stata registrata anche una forte presenza di turisti francesi.
   

    RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

    Video ANSA




    Modifica consenso Cookie